Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Riconosciuto lo stato di calamità per le piogge di ottobre

GROSSETO – Il Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali, con decreto del 24 gennaio 2014, ha risposto positivamente alle richieste della Provincia e della Regione, riconoscendo lo stato di calamità naturale, per le piogge alluvionali che si sono abbattute su una parte del territorio provinciale dal 4 al 24 ottobre 2013.

“Si tratta dell’ennesima situazione critica – commenta Enzo Rossi, assessore all’agricoltura della Provincia di Grosseto – che purtroppo si verifica sul nostro territorio, provocando ingenti danni, a cui cerchiamo di sopperire, dando una risposta pronta, attraverso i nostri uffici, per il riconoscimento dello stato di calamità naturale. Siamo consapevoli di quanto sia importante intervenire in tempi rapidi per andare incontro ai bisogni delle nostre aziende”.

Gli agricoltori che hanno subito danni, possono, quindi, chiedere i contributi per il ripristino delle strutture e delle scorte aziendali, presentando domanda all’area Sviluppo rurale e Turismo della Provincia entro il 24 marzo 2014.

La richiesta di contributo può essere presentata dagli imprenditori agricoli che hanno l’azienda, nelle zone maggiormente colpite dei comuni di Campagnatico, Castiglione della Pescaia, Civitella Paganico, Grosseto e Roccastrada. La cartografia di queste aree è a disposizione degli interessati, negli uffici della Provincia di Grosseto, in via Pietro Micca 39 (Tel. 0564/484413/484420).

Le imprese agricole che possono usufruire dei benefici previsti dalla legge, sono quelle che hanno subito danni alle strutture, alle infrastrutture aziendali e al patrimonio di scorta la cui consistenza è superiore al 30% della produzione lorda vendibile aziendale (Plv), comprese le produzioni zootecniche.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.