Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Piano strategico provinciale per la riduzione del randagismo canino

Più informazioni su

GROSSETO – Il Progetto comunitario Life+ Ibriwolf (Azioni pilota per la riduzione della perdita del patrimonio genetico del lupo in Italia centrale) ha come capofila la Provincia di Grosseto. Iniziato il 30 settembre 2011 e con una durata prevista di 41 mesi mira a conservare la specie del lupo contrastando la perdita d’identità genetica causata dall’ibridazione con il cane.

I tre capisaldi del progetto sono:
1- interventi di rimozione dei cani vaganti e/o sprovvisti della registrazione all’anagrafe canina;
2- campagne d’informazione, educazione e sensibilizzazione dei cittadini e delle categorie interessate;
3- strategia per la riduzione del randagismo canino, attuata tramite un piano provinciale per il territorio.

Il Piano Strategico Provinciale per la Riduzione del Randagismo Canino, è il risultato di una duplice serie di riunioni con diversi gruppi d’interesse (Associazioni animaliste e ambientaliste, Organizzazioni agricole, Associazioni venatorie, Amministrazioni comunali, Asl) per analizzare, inquadrare e quantificare il problema (identificandone le cause e raccogliendo l’opinione generale sulla problematica), e proporre approcci efficaci per il breve e lungo periodo, nel rispetto della normativa vigente. Il Piano, completato con un’importante parte attuativa, è lo strumento per i gruppi d’interesse impegnati a  proseguire il lavoro di consultazione e concertazione, al fine di coordinare e controllare l’attuazione del Piano stesso, e integrare e rivedere gli interventi proposti secondo un processo adattativo. Ciò avverrà con un tavolo tecnico che darà l’avvio alle azioni previste dal Piano.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.