Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Giornata della raccolta del farmaco: a Grosseto coinvolte 11 farmacie

Più informazioni su

GROSSETO – “Dona un farmaco a chi ne ha bisogno”. E’ questo lo slogan scelto per la quindicesima Giornata di raccolta del farmaco promossa dal Banco Farmaceutico fondazione onlus, in programma per l’intera giornata di sabato 8 febbraio in tutta Italia. Anche Grosseto sarà protagonista di questa intensa giornata di solidarietà per rispondere al bisogno di farmaci che molte persone in situazione di povertà e di indigenza hanno. Tra le tante conseguenze, infatti, che la povertà porta con sé non c’è solo la difficoltà a far fronte ai bisogni più elementari come il cibo o i vestiti, ma anche a provvedere al proprio stato di salute. Grazie, dunque, a quanti sabato si recheranno in una farmacia per acquistare farmaci da banco, molte persone in stato di bisogno sul territorio avranno la possibilità di ricevere assistenza ed aiuto sia direttamente, sia attraverso l’opera delle associazioni del volontariato che provvedono anche alla distribuzione dei farmaci.

A Grosseto partecipano al Banco farmaceutico le farmacie: Severi (piazza Dante), Billi (corso Carducci), Scrilli (via Roma), S. Giuseppe (via Fabio Massimo), La Cittadella (via Senegal), Deffenu (via Giusti) e i punti vendita di Farmacie comunali riunite (via Oberdan, via dei Mille, via Emilia, via De Nicola, via Unione Sovietica). Fuori da ogni farmacia volontari provvederanno a raccogliere i farmaci da banco che ognuno vorrà acquistare e donare per chi ne ha più bisogno.

In Italia sono 3400 le farmacie coinvolte in 94 le province e in oltre 1200 i comuni. 14mila i volontari con oltre 600mila persone che potranno beneficiare dei farmaci raccolti. A Grosseto lo scorso anno furono raccolti 1124 farmaci, grazie all’adesione di 11 farmacie e il coinvolgimento di 60 volontari. Anche quest’anno saranno 8 gli enti assistenziali a cui saranno messi a disposizione i farmaci perché a loro volta li distribuiscano alle persone che ne avranno bisogno: Caritas diocesana, Ceis, Gevincot, Centro di aiuto alla vita, Nomadelfia, Caritas delle parrocchie di san Giuseppe, santa Lucia, Addolorata.

«Papa Francesco nella sua esortazione La gioia del Vangelo ci aiuta a riflettere sul rischio di una ‘tristezza individualista che scaturisce dal cuore comodo e avaro, dalla ricerca malata di piaceri superficiali, dalla coscienza isolata – commenta Vittorio Paris, delegato territoriale del Banco Farmaceutico – Ogni gesto, pertanto, che può aiutarci a non dimenticare che non siamo isole è importante ed utile. La raccolta dei farmaci è uno di questi: risponde ad un bisogno concreto, aiuta molte persone a risollevarsi e a recuperare normalità e aiuta noi a diventare per gli altri compagni di cammino, persone rinnovate. Per questo invito tutto a compiere un gesto semplice come può essere l’acquisto di un farmaco sapendo che quel gesto genera vita dona speranza»

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.