Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Rimborsi per alluvione, Oltre il Polo: Dopo mesi il Comune non si è ancora attivato

ORBETELLO – I cittadini colpiti dall’alluvione rischiano di prendere poco o nulla rispetto a quanto gli spetta. A parlare dsono i consiglieri di Oltre il Polo Andrea Casamenti, Chiara Piccini e Roberto Berardi. «Avevamo ufficialmente richiesto alla Giunta Paffetti di attivarsi per la vicenda relativa ai rimborsi ai cittadini colpiti dall’alluvione e alle fatture da presentare per l’ottenimento del rimborso stesso».

Secondo quanto ricorda Casamenti il comune aveva comunicato che «Il contributo sarebbe stato erogato previa presentazione di idonei documenti di giustificazione di spesa (fatture); tali fatturazioni dovevano corrispondere al valore totale del danno ammissibile. Con la stessa lettera veniva comunicato ai cittadini che entro sei mesi per gli immobili ed entro tre mesi per i beni mobili registrati dal ricevimento della missiva i cittadini avrebbero dovuto presentare una determinata documentazione anche relativa a fatture quietanzate; le fatture richieste dovevano essere pari al valore totale del danno ammissibile e non pari al totale del valore dell’importo ammesso a contributo».

«Molti cittadini – continuano i consiglieri di opposizione – non hanno fatto alcun lavoro perché non avevano disponibilità di denaro nonostante abbiano subito un danno, altri cittadini hanno fatto i lavori in economia da soli, altri ancora comunque non potranno in alcun modo portare le fatturazioni pari al totale del valore ammissibile. In questo modo i cittadini colpiti dall’alluvione rischiano seriamente di prendere veramente poco se non addirittura nulla del contributo spettantegli. Sarebbe stato giusto che fosse liquidato il contributo spettante sulla base delle fatturazioni presentate in riferimento al contributo stesso e non al valore ammissibile. Ci chiediamo se sia normale che dopo quasi due mesi dalla nostra richiesta la Giunta Paffetti non si sia ancora espressa sulla questione e nulla abbia fatto sapere circa una sua eventuale attivazione istituzionale, come da noi richiesto, presso il Presidente della Regione».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.