Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Primarie, Francesco De Luca si presenta: «Mi candido per Follonica e contro nessuno»

di Daniele Reali

FOLLONICA – «È tutta un’altra storia». Con questo slogan si presenta alle primarie del centrosinistra Francesco De Luca (nella foto), capogruppo uscente del Pd, che da tempo aveva annunciato la sua partecipazione alla corsa per scegliere il candidato sindaco.

De Luca, 34 anni, svolge la sua professione in uno studio legale, e dal 2008 ha aderito al Pd. Con le primarie ci aveva già provato cinque anni fa. In quel caso però dovette arrendersi ad Eleonora Baldi, ma questa volta, come dice anche lui e come dice il suo slogan, sarà un’altra storia, sarà un’altra partita. Gli sfidanti di allora non si sono più, Follonica è cambiata e De Luca è pronto a presentarsi con proposte e con idee che già da un po’ circolano sul suo blog: http://fdeluca.wordpress.com.

«Mi candido per Follonica e contro nessuno – spiega De Luca; la mia candidatura nasce per raggiungere obiettivi concreti ed è anche per questo che intorno a me ho voluto un gruppo di lavoro, formato da giovani che hanno entusiasmo e voglia di fare. Ecco, mi sono candidato anche per questo, per riportare entusiasmo in politica».

Anche per De Luca le primarie sono uno strumento importante, ma «non devono essere vissute come una competizione tra chi ha più bandierine o più anni da assessore alle spalle o tra chi ha il miglior sponsor, deve essere un confronto sulle proposte».

Proposte che per De Luca devono partire dal tema del lavoro. «Per me il comune deve essere come una guida alpina che aiuta a scalare la montagna della burocrazia e per questo vorrei creare un ufficio che lavori in questo senso». Per rilanciare il turismo De Luca pensa anche ad una società creata dal comune per promuovere l’offerta turistica di Follonica all’estero Sul fronte dell’urbanistica invece propone di limitare la costruzioni del nuovo e incentivare le ristrutturazioni sfruttando l’edilizia bio sostenibile. E sui temi caldi della città del Golfo? «Vorrei creare case per le giovani coppie all’ex Ilva in modo che diventi un quartiere verde e giovane, mentre per le foresterie dell’ippodromo penso ad una destinazione turistico ricettiva. «La colonia marina non deve rimanere per forza pubblica, può anche essere venduta. Potrebbe essere destinata anche al turismo accessibile, ma il ventaglio delle possibilità da offrire al privato deve rimanere largo».

Domenica 9 marzo si conoscerà quale sarà il candidato sindaco del centrosinistra. «Sono convinto di vincere – dice De Luca – ma se dovessi perdere spero che le proposte che presenteremo in questi giorni siano prese in considerazione».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Lido Raspollini

    Tre e cinquanta ‘r chilo donne…

    Mi sia concesso o no io ve lo dico.
    A voi che pretendete, come i “Proci”…
    il trono di quest’Itaca, il “bellico”
    perché a quegli altri buchi ‘un si dissoci…

    cercate di capire i sentimenti
    di chi la fece nascere e c’è nato.
    In questo strana “Terra” i Monumenti,
    si utilizzino come progettato.

    Arrivà e vende’ o bel mi gatto moro…
    con quel che dici ci tocchi nel vivo.
    Comodo, o te, bell’ amministratoro!!!

    sfare non credo sia un bell’incentivo.
    Noi indigeni te lo diciamo in coro…
    Se vendi la Colonia “‘un c’esci vivo”.

    Lido Raspollini