Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Dalla Leopolda alle primarie, Gesuè Ariganello: «Con me il rinnovamento»

di Daniele Reali

FOLLONICA – Renziano della prima, primissima ora, Gesuè Ariganello (nella foto), partito dalla Leopolda di Firenze del 2010 , si candida alle primarie del centrosinistra di Follonica. 34 anni architetto, svolge la sua professione nella città del Golfo e in provincia di Grosseto. È entrato nel Pd sostenendo nel 2009 la mozione Franceschini, poi “l’illuminazione” renziana. «È stata una scelta naturale – dice Ariganello – perché sono in linea con quel tipo di approccio, pragmatico e basato sui contenuti che è proprio della politica di Renzi».

«La mia candidatura – prosegue – è fatta per cercare di cambiare il modo di fare politica, puntando sul merito come metodo di scelta perché credo che ci sia bisogno di rinnovamento e di risposte concrete e immediate alle richieste dei cittadini».

Progetti concreti e proposte per la città. Questo il “sale” della ricetta di Ariganello. Ma quali sono le idee per Follonica? La prima è quella che riguarda «il nuovo polo scolastico che dovrà sorgere dentro al parco centrale: lì ci potremmo portare le medie e la scuola di musica. Il parco centrale era nato per ospitare vita e attività e visto che le nostre scuole hanno molti problemi quella sarebbe una soluzione da mettere in campo».

Da architetto Ariganello tiene molto al tema dell’assetto urbanistico della città e si ispira proprio a Renzi e al suo piano a “consumo di suolo zero”. «Bisogna facilitare le riqualificazioni e non continuare a costruire». Per la colonia marina invece pensa ad una gestione privata. «La struttura ha grandi potenzialità, deve rimanere pubblica; lì potremmo ospitare un protetto di turismo per disabili e per giovani».

Sul tema dello sviluppo del turismo, che tutti i candidati mettono tra le priorità insieme a quella del lavora, Ariganello vorrebbe creare una task force tra comune e operatori per pianificare una serie di eventi di livello nazionale e internazionale: «potremmo valorizzare il carnevale e la vela due eccellenze di Follonica».

Sul piano politico il candidato renziano ci tiene a mettere in evidenza che lui rappresenta davvero la discontinuità rispetto agli altri candidati: «la rappresento nei metodi e nei contenuti e il fatto di essere nuovo mi dà la possibilità di avere le mani libere». Proprio ieri intanto Ariganello ha ricevuto anche l’endorsement di Labdem, l’ala “pittelliana” del partito. Degli altri candidati non dice: «saranno i cittadini a decidere».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.