Quantcast

“Non muoio neanche se mi ammazzano” Guareschi racconta l’orrore dei lager

SCANSANO – Le opere di Giovannino Guareschi saranno al centro dello spettacolo “Non muoio neanche se mi ammazzano. La memoria di Guareschi” in programma venerdì 24 gennaio, alle 17, alla biblioteca comunale “Aldo Busatti” di Scansano.

L’evento rientra nel ciclo “Il tè del venerdì in biblioteca”, promosso da Coeso Società della Salute e dall’amministrazione comunale insieme alle associazioni del territorio Auser, Caritas, circolo Macramè Scansano e associazione Tante quante, e vuole celebrare, anticipandola di pochi giorni, la Giornata della memoria del 27 gennaio, dedicata alle vittime della persecuzione nazi-fascista.

Lo spettacolo “Non muoio neanche se mi ammazzano”, presentato in collaborazione con il Teatro stabile di Grosseto, raccoglie testi da “Il grande diario”, “Diario clandestino” e la “favola di Natale”, dell’autore di “Piccolo mondo antico”, il romanzo che narra le vicende di Don Camillo e Peppone.

In queste opere, infatti, Guareschi racconta della sua prigionia nei lager nazisti in Germania e Polonia – da Brameworde a Sandbostel da Witezendorg a Bergen, da Czestkowa e Beniaminowo -, dal settembre 1943 alla primavera del ’45, quando fu liberato all’arrivo degli Alleati.

Giovannino Guareschi fu imprigionato «perché non voleva  continuare a combattere al fianco dei tedeschi, come la stragrande maggioranza dei militari italiani catturati dopo l’8 settembre – hanno raccontato i figli dello scrittore scrivendo alla redazione de IlGiunco.net -, rimanendo così fedele al giuramento di fedeltà al Re. Per questa ragione rifiutò anche di aderire  alla Repubblica sociale italiana». In questo lungo periodo, fatto anche di spostamenti da un campo di prigionia all’altro, Guareschi incontrò migliaia di giovani soldati italiani e raccontò le proprie e le loro esperienze su un taccuino che è servito poi dai traccia per le sue opere.

Lo spettacolo “Non muoio neanche se mi ammazzano”, prendendo spunto dagli scritti di Guareschi, vuole raccontare le vittime dei lager e la scelta eroica di molti di non scendere a compromessi anche rischiando la vita.

Il reading – con Emanuele Arrigazzi, sceneggiatura e scelta dei testi a cura di Allegra De Mandato – sarà replicato anche la mattina lunedì 27 gennaio, proprio in occasione della Giornata della memoria, per gli alunni delle scuole medie di Scansano.

Commenti