Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Castiglione, passaggio dei dipendenti a Sei Toscana, il Comune: «Noi sempre corretti con i lavoratori»

Più informazioni su

CASTIGLIONE DELLA PESCAIA – Dal 1° gennaio anche a Castiglione della Pescaia raccolta rifiuti e igiene urbana passeranno al nuovo gestore unico Sei Toscana. «Il bando di gara prevedeva il trasferimento degli impianti di ogni genere e natura – afferma l’amministrazione castiglionese -, ivi comprese le stazioni ecologiche, che operano sul territorio comunale in funzione allo svolgimento del servizio di igiene urbana, il trasferimento dei beni strumentali allo svolgimento dello stessi servizio (mezzi, attrezzature, etc) e il trasferimento immediato e diretto del personale comunale che negli 8 mesi precedenti alla data dell’affidamento del servizio svolgeva a tempo pieno e per 12 mesi l’anno il servizio di igiene urbana. L’amministrazione comunale fin dal 2010, anno di avvio della gara d’appalto, ha comunicato il numero e i nominativi di coloro che sarebbero transitati al nuovo gestore mantenendoli invariati fino ad oggi».

«I 23 novembre scorso il nuovo gestore ha confermato il calcolo delle ore effettive di lavoro dei servizi da svolgere nel nostro territorio. A quel punto l’amministrazione si è subito attivata per dare comunicazione definitiva e rassicurazioni ai propri dipendenti in merito alla loro transizione al nuovo gestore e in vari incontri lungo il mese di dicembre ha lavorato collaborando con la RSU interna ed i sindacati per creare le migliori condizioni di tale passaggio – si legge nella nota -. Il 21 dicembre 2013 tutte le sigle sindacali a livello regionale, cgil, cisl e uil, hanno firmato un accordo con Sei Toscana srl in cui si ribadiva il passaggio dei dipendenti dei comuni al nuovo gestore unico a partire dall’1 gennaio 2014».

«Dopo tale accordo, il 27 dicembre si è svolto l’ultimo incontro tra l’amministrazione, i sindacati, l’RSU interna e Sei Toscana – ricostruisce l’amminiustrazione di Castiglione -, in cui si sono discussi eventuali punti migliorativi dell’accordo regionale dove la UIL ha deciso di abbandonare il tavolo di contrattazione accusando l’amministrazione di far perdere ai propri dipendenti lo status di dipendenti della Pubblica Amministrazione ingenerando un danno per le possibilità di mobilità ad altre amministrazioni pubbliche che il rapporto di lavoro pubblico attribuisce ai propri dipendenti. A tal proposito la nostra amministrazione evidenzia che a tutt’oggi non sono arrivate agli uffici richieste di mobilità di altri enti e che si è sempre dichiarata disponibile a dare il proprio nulla osta a qualunque richiesta fosse pervenuta nelle modalità di avviso pubblico stabilite per legge. L’amministrazione del Comune di Castiglione della Pescaia ritiene, dunque, ancora una volta, di aver dimostrato una grande sensibilità nei confronti dei propri lavoratori e che si sia mossa in modo corretto per salvaguardarne tutti i diritti e per il buon risultato ottenuto ringrazia la Rsu interna e le sigle sindacali cgil e cisl che hanno contribuito alla formulazione dell’accordo».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.