Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Case popolari: ecco il bando per cambiare alloggio

Più informazioni su

GROSSETO – E’ stato pubblicato sull’albo on line il bando per il cambio di alloggi all’interno delle case facenti parte del patrimonio di Erp (Edilizia residenziale pubblica).

Il bando prevede naturalmente una serie di requisiti posseduti alla data di pubblicazione, tra i quali la necessità che i richiedenti siano assegnatari di alloggio Erp da almeno tre anni e che siano in regola con il pagamento dei canoni di locazione e delle quote condominiali.

Le domande dovranno pervenire entro e non oltre le ore 12 del 28 febbraio 2014, quindi nei successivi 60 giorni, il Comune definirà la graduatoria provvisoria che verrà pubblicata nell’albo on line per 30 giorni consecutivi. Entro i successivi 15 giorni, dalla scadenza del termine per la presentazione di eventuali opposizioni, viene inoltrata la graduatoria provvisoria all’apposita Commissione costituita in Comune che redige la graduatoria definitiva entro 30 giorni dalla presentazione delle eventuali opposizioni.

Le graduatorie vengono redatte sulla base di punteggi che tengono conto del numero dei componenti familiari in un alloggio, ma anche della presenza di anziani o disabili, del piano dove si abita e della presenza o meno di un ascensore, della distanza da un luogo di lavoro o di cura, nonché degli anni di assegnazione di un alloggio Erp.

La documentazione relativa al bando e quella per la domanda potranno essere ritirate e anche riconsegnate presso il Settore Finanza Patrimonio-Risorse Tecnologiche e Servizi alla Persona – U.O. Politiche Abitative in Via D. Chiesa, 4, aperto al pubblico il martedì, il mercoledì e il giovedì dalle 10 alle 12.30 e anche dalle 15.30 alle 17 il martedì e giovedì. Il bando e la relativa domanda di partecipazione sono inoltre disponibili sul sito istituzionale del Comune: www.comune.grosseto.it nella sezione “Bandi e Gare”. Possibile anche spedire il tutto, unitamente alla fotocopia del documento di identità del richiedente, a mezzo raccomandata A.R., riportante nome, cognome e indirizzo del mittente. Farà fede il timbro dell’Ufficio Postale accettante.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.