Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ecco il bilancio dell’attività del Comune di Grosseto: dalle Mura alla Chelliana, all’ex Ospedale

Più informazioni su

di Barbara Farnetani

GROSSETO – Sono molti i progetti per il 2014 del sindaco di Grosseto Emilio Bonifazi. Alcuni tendono a consolidare quanto già intrapreso nel 2013 mentre altri offrono nuove opportunità per la città. Nel 2013 si è puntato molto sulla riqualificazione delle Mura Medicee, sia da un punto di vista strutturale e manutentivo, sia perché messe al centro di una serie di progetti e iniziative culturali. Maremma wine food e shire che si è spostata nel centro storico cittadino, il polo velico di Marina di Grosseto, per puntare sul turismo sportivo (come hanno dimostrato i recenti mondiali di vela), ma anche il Centro di documentazione degli Etruschi per cui nel 2014 dalla Regione saranno erogati 5 milioni di euro. Il Polo per l’industria e la trasformazione agroalimentare toscana «che può consentire al territorio di Grosseto e della Maremma di rilanciare un settore da sempre trainante per l’economia locale».

Bonifazi elenca poi una serie di obiettivi che negli anni hanno dovuto affrontare alcune difficoltà ma che non per questo sono stati abbandonati: la Biblioteca Chelliana ad esempio, era un progetto congiunto con la Provincia. Il consolidamento dell’edificio di via Mazzini va comunque avanti: il progetto prevede un investimento di 3 milioni di euro per ristrutturazione e messa in solido che prevede lo svuotamento di solai e scale e l’imbracatura della struttura mentre l’allestimento di una nuova biblioteca sarebbe troppo oneroso. «Se si andrà verso una sede unica del comune nell’ex Ospedale quella potrebbe diventare anche la sede dell’università» ipotizza Bonifazi. Il Polo universitario che intanto dovrebbe spostarsi in via Ginori, ha visto rinnovato il proprio consiglio di amministrazione con un presidente che non è più espressione dell’Università di Siena ma del territorio: Gabriella Papponi Morelli. «Stiamo lavorando per accedere a contributi europei per l’allestimento della Pinacoteca – precisa il sindaco di Grosseto – il MuseoLab sarà spostato presso il museo Archeologico per una migliore fruibilità. Bisognerà rivedere alcune cose per quanto riguarda il Polo fieristico di Braccagni e l’Aeroporto».

«Abbiamo rispettato il patto di stabilità – sottolinea Bonifazi – e operato nel senso di una maggiore equità fiscale e per il recupero dell’evasione». Bonifazi fa poi una considerazione sulla tassazione, sulla Tares che definisce «ingiusta. Quando la tassazione è eccessiva chi può evade e chi non può smette di acquistare». È sempre del 2013 la fusione delle tre società comunali (Investia, Grosseto Parcheggi e San Lorenzo Servizi) in una sola, Sistema, «che sarà importante anche per tutta una serie di manutenzioni che non siamo più riusciti a portare avanti».

Per quanto riguarda l’area Peep del Pizzetti Bonifazi afferma che il comune si è attivato anche con le banche «noi non vogliamo far saltare le aziende, ma quella cifra va pagata. Faremo un incontro con cooperative e proprietari». Ce ne è anche per le frazioni: a Marina di Grosseto sarà riqualificata la passeggiata a mare e proseguirà la metanizzazione. La rete sarà fatta passare sotto la ciclabile (con un investimento da 1 milione e 800 mila euro) e porterà il servizio sino alla chiesa, lasciando fuori solo Rosmarina. Per l’edilizia sociale alle Stiacciole per l’estate 2014 saranno consegnati 70 nuovi alloggi, mentre tra ristrutturazioni e nuove costruzioni altri 44 saranno disponibili in via Sforzesca.

Bonifazi conclude parlando del «positivo contributo» di quei cittadini che hanno deciso, negli ultimi mesi, di prestare la propria opera volontaristica per pulire alcune parti della città. «Abbiamo avviato anche alcuni progetti con Lega Coop che prenderanno 25 giovani (tramite il progetto GiovaniSì) per sei mesi rinnovabili grazie ai contributi regionali che garantiranno uno stipendio di 500 euro. Ma anche il parco di via Uranio va nell’ottica di una collaborazione tra amministrazione e cittadini che sono stati incaricati della manutenzione». Insomma, in un periodo di crisi il contributo dei cittadini diventa quanto mai prezioso e l’amministrazione questo lo sa bene.

Ecco il documento integrale del bilancio 2013 dell’amministrazione, con progetti e costi: LINK

Ecco in breve i maggiori interventi: LINK

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.