Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Pd Follonica: superare la Società della salute Colline Metallifere

FOLLONICA – «La Società della Salute va superata» lo afferma l’assemblea Pd di Follonica che precisa «Allo stato attuale siamo di fatto in assenza di una proposta di legge sulla revisione dell’attuale modello organizzativo delle società delle salute, con evidenti ripercussioni operative e politiche. E’ di questi giorni l’ultima notizia apparsa su alcune testate sull’approvazione di un emendamento in consiglio regionale, che pone fine alle stesse dal 31 marzo 2014».

«La politica non è stata in grado, a tutt’oggi, di dare risposte concrete in tempi rapidi e realistici, ad un settore di primaria importanza, con evidente disagio per chi è sul campo quotidianamente – prosegue il Pd follonichese -. Pare evidente, in questo clima di forte incertezza, avviare per la SdS Colline Metallifere, un percorso verso il superamento dell’attuale modello, ponendo un arco temporale congruo. È importante che non si focalizzi l’attenzione solo sugli aspetti sanitari ma che si allarghi il concetto e si destinino azioni e risorse alla prevenzione e al trattamento di “patologie sociali” che hanno avuto ed avranno sempre di più ricadute sulle persone e sulla collettività, potenziando in termini di qualità la rete dei servizi territoriali. Sulla base di questo principio riteniamo che occorra potenziare il Servizio Sociale Professionale e restituire quel ruolo pro-attivo nel territorio diventando insieme a quello sanitario un Servizio di iniziativa».

«E’ indubbio che il modello delle Società della Salute abbia mostrato dei limiti – conclude il Pd – e che il progetto iniziale, seppur lodevole negli intenti, deve essere superato per sostituirlo con una nuova organizzazione che dia più potere di controllo ed indirizzo ai sindaci, in tal senso, riteniamo opportuno che anche la nostra Amministrazione comunale segua il percorso già sperimentato in altre realtà come quella dei Comuni dell’area sud fiorentina. Un sistema dove non si sovrappongano le funzioni, creando così disservizi, ma nel quale ci si muova collettivamente per garantire un servizio radicato nel territorio e attento ai bisogni dei singoli».

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.