Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Judo: successo per la terza edizione di “Lega-Li-Tatami”

Più informazioni su

GROSSETO – Si è svolta a Grosseto presso il Palasport di via Austria la manifestazione “Lega-Li-Tatami” organizzata dalla Questura di Grosseto, grazie anche alla collaborazione del Comune di Grosseto per la sistemazione logistica. La manifestazione, giunta alla sua terza edizione, ha visto l’incontro tra i giovani atleti del judo della provincia e gli atleti delle Fiamme Oro della Polizia di Stato campioni nella medesima disciplina. Le Fiamme Oro, gruppo sportivo della Polizia di Stato, sono nate nel 1954 con la convenzione tra il Ministero dell’Interno ed il C.O.N.I. Lo scopo istituzionale del gruppo è quello di mantenere e promuovere, anche tra i giovani, l’attività sportiva a livello agonistico, per accrescere il patrimonio sportivo nazionale. In quest’ottica le Fiamme oro si dedicano alla preparazione di atleti di alto profilo in 39 discipline sportive che vengono praticate in 9 centri nazionali. Tra i numerosi risultati di prestigio dei suoi atleti risaltano le 77 medaglie olimpiche.

L’iniziativa si colloca all’interno del più ampio progetto di educazione alla legalità attraverso il quale la Polizia di Stato si impegna quotidianamente a trasmettere, soprattutto ai più piccoli, il valore del rispetto delle regole. Nell’occasione gli atleti delle Fiamme Oro, raccontando la loro esperienza lavorativa, hanno cercato di trasmettere ai piccini quanto è importante nella vita, come nello sport, il rispetto delle norme, nella società proprio come sul tatami società, dove ci si deve confrontare e convivere con gli altri. Gli atleti si sono soffermati anche sul tema della responsabilità inteso come dedizione, impegno e sacrificio indispensabile per avere alti risultati.

I più piccoli hanno poi potuto approfittare della presenza degli atleti anche per una lezione pratica, le Fiamme Oro hanno offerto infatti una dimostrazione delle tecniche delle arti marziali esibendosi nelle loro disciplina. All’evento ha partecipato anche personale medico della Polizia di Stato che ha illustrato ai ragazzi i pericoli del doping nello sport.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.