Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Raid all’Ex Ilva: distrutti 15 lampioni. «Gesto stupido, da teppisti»

Più informazioni su

di Daniele Reali

FOLLONICA – Teppisti in azione nell’area dell’Ex Ilva a Follonica: 15 lampioni sono stati danneggiati e messi fuori uso. Il raid è stato compiuto di notte qualche giorno fa. Sul posto sono intervenuti gli operai della squadra manutenzione del comune per un primo sopralluogo, per stabilire l’entità del danno e per programmare la sostituzione delle lampade rotte.

Dura la condanna da parte dell’amministrazione. «È stato un gesto da teppisti – commenta l’assessore alla Polizia Muicipale Francesca Stella – un gesto stupido, perché il danno provocato ricadrà sulle spalle dei follonichesi. Danneggiare un lampione o l’arredo urbano è come spaccare qualcosa che ci appartiene, è come rompere un lampadario in casa nostra». L’episodio è stato segnalato alle forze dell’ordine con una denuncia verso ignoti.

Toccherà infatti all’amministrazione inpegnare risorse per sostituire i lampioni e quindi una spesa in più per le tasche dei follonichesi.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Riccardo

    Errata correge:
    Volevo scrivere ovviamente l’assessore alla Polizia Municipale e non il capo della polizia, come correttamente indicato nell’articolo del Giunco. Scusate.

  2. Scritto da Riccardo

    Chi fa questi gesti non è un semplice stupido qualsiasi, come lo ha definito il capo della polizia municipale, ma un vero delinquente. Purtroppo in quella zona, è a conoscenza anche delle forze dell’ordine, che da anni ci stanno gravitando un pericoloso giro di baby gang, i quali la fanno da padroni in lungo e in largo, minacciando e insultando chi per caso o magari per andare in biblioteca, si trova a passare di li. I muri della scuola media e della biblioteca stessa, sono continuamente sporcate da scritte spregiose e invereconde . Di notte diventa un luogo veramente off limits per chi non è un tossico o un delinquente appartenente a quelle bande. Occorre installare quanto prima un fitto sistema di videosorveglianza e cominciare a infittire i controlli da parte dei carabinieri, con la speranza di poter sbattere al più presto in carcere minorile questi soggetti incorreggibili, provenienti come già accertato da famiglie con genitori violenti, altamente disadattati e spesso già pregiudicati. Follonica sarebbe una città molto ben vivibile se riuscissimo a ripulirla da questa feccia di individui malfamati, la cui provenienza non autoctona è risaputa e che non hanno saputo imparare nulla di buono dalle tradizioni migliori dell’accoglienza riservatagli dal nostro ambiente, che per indole e cultura è da sempre stato tendenzialmente assai poco incline alla criminalità incallita e diffusa a cui invece queste persone dimostrano di essersi abbandonati, senza aver lasciato intravedere sino ad ora segnali di ravvedimento verso un cambio positivo di direzione per la legalità e il vivere civile !