Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Nuove regole per il mercato: ecco cosa cambia per il commercio su aree pubbliche

Più informazioni su

GROSSETO – Un nuovo regolamento disciplina da oggi lo svolgimento del commercio su aree pubbliche e modifica le precedenti regole in materia di mercati, anche in base alle nuove normative europee, nazionali e regionali.

Novità di rilievo riguardano in particolare la durata delle concessioni, fissata in dodici anni, rispetto ai 10 anni della norma precedente, e i criteri di assegnazione dei posteggi. Non sono infatti più previsti rinnovi, ma tutti gli stalli saranno assegnati attraverso bandi pubblici. Potranno essere inoltre previsti bandi per le migliorie, cioè gli spostamenti tra gli stalli.

Cambiamenti anche per il mercato coperto dove viene introdotta la possibilità di partecipare al bando annuale anche per alcune altre categorie (fiorai, casalinghi e prodotti per l’igiene per la casa e la persona) in modo da favorire il pieno utilizzo di tutti gli spazi a disposizione, sui quali sarà possibile anche la “spunta” giornaliera per l’assegnazione di quelli non occupati.

Per quanto riguarda infine le manifestazioni commerciali a carattere straordinario e le fiere promozionali, saranno le associazioni di categoria, la Camera di commercio, i centri commerciali naturali e le Pro Loco le realtà deputate a chiedere l’autorizzazione.

“Abbiamo dato regole ad un settore strategico – ha spiegato l’assessore alle Attività produttive, Emanuel Cerciello – sia dal punto di vista procedurale che operativo, per valorizzare il mercato coperto e anche per ottenere una razionalizzazione capace di garantire eventi coordinati e capaci di intercettare sempre più partecipanti e sempre più professionalità”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.