Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Rifondazione si appella ai sindaci: Bollette dell’acqua illegittime, lo dice il Tar del Lazio

GROSSETO – «La quota di remunerazione del capitale calcolata nella tariffa dell’acqua dopo l’esito del referendum del giugno 2011, è illegittima e pertanto deve essere restituita agli utenti» lo ricorda Rifondazionbe comunista che cita una recente sentenza in tal senso del TAR del Lazio. «Nonostante le decisioni dei TAR e dei giudici popolari, in Toscana, i gestori degli acquedotti continuano a calcolare nella tariffa dell’acqua la remunerazione del capitale – prosegue Rifondazione -: addirittura l’Acquedotto del Fiora, nonostante che il Presidente avesse assicurato al Comitato Beni Comuni che procedure contro gli attivisti dell’Obbedienza Civile sarebbero state sospese almeno fino al pronunciamento del TAR della Lombardia ha tagliato la fornitura dell’acqua ad un utente che, in adesione alla campagna di “obbedienza civile” promossa dal Forum dell’Acqua, in forza dell’esito del referendum si era autoridotta la tariffa dell’acqua».

«Noi non siamo esperti di diritto ma alla luce delle sentenze dei TAR e dei giudici di pace e di quanto sostenuto dal procuratore generale della Corte dei Conti del Lazio ci sembra di capire che se le leggi che hanno reintrodotto il finanziamento pubblico ai partiti potrebbero essere incostituzionali perché difformi da quanto proclamato dai cittadini con il referendum – precisa Rifondazione – a maggior ragione la decisione dei gestori degli acquedotti di continuare a calcolare nella tariffa dell’acqua la remunerazione del capitale in difformità dell’esito del referendum dovrebbe essere altrettanto illegittima. Chiediamo pertanto ai sindaci della toscana ed ai gestori degli acquedotti di dare concreta applicazione all’esito del referendum. Qui non si tratta soltanto di eliminare una speculazione su un bene primario come l’acqua ma soprattutto del rispetto della volontà popolare (27 milioni di elettori) e cioè della democrazia. Perché si dice acqua ma si legge democrazia».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.