Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Maremma da bere, i giovani imprenditori promuovono il vino e aiutano Albinia

GROSSETO – Il gruppo Giovani Imprenditori di Confartigianato Imprese Grosseto si presenta con un’iniziativa benefica che ha come obiettivo quello di raccogliere fondi per aiutare le popolazione maremmane colpite dall’alluvione del 2012. Si tratta di un corso (dal titolo Maremma da bere) che vuole avvicinare in maniera consapevole giovani e meno giovani al vino e ai distillati, facendo conoscere i segreti del settore, la composizione e le tecniche che stanno dietro il prodotto in bottiglia. In tutto saranno 4 lezioni: la prima è in programma mercoledì 8 gennaio al ristorante La Rosa dei Venti di Albinia, proprio perché alla zona sud della provincia sarà destinato il ricavato.

Si parlerà di territorio, vigneto, uva e vino con la vinificazione in rosso e in bianco, l’introduzione all’analisi sensoriale e un breve focus sui difetti e le alterazioni dei vini bianchi, oltre alla degustazione dei prodotti forniti dalle aziende agricole Santa Lucia, Le Spighe e Salustri. Gli appuntamenti proseguiranno poi mercoledì 15 gennaio all’agriturismo Le Tre Fonti di Roselle (si parlerà di difetti e alterazioni nei vini rossi, rossi in abbinamento, il legno e il vino, con una degustazione dei vini dell’azienda agricola Mantellassi, Collemassari e Muralia).

La terza lezione è invece prevista martedì 21 gennaio al ristorante gli Attortellati, a Principina: sarà l’occasione per approfondire i temi delle vendemmie tardive, passiti e vinsanto e degli spumanti. Si degusteranno poi i prodotti di Moris Farm Il Pupillo e La Cura. In ogni appuntamento qualche consiglio sull’abbinamento cibo-vino con degustazione di prodotti tipici della Maremma, offerti da Subissati Srl, Boschetto Srl, Frantoi di Maremma, frantoio Il Verrocchio Snc, cooperativa Orbetello Pesca Lagunare.

L’ultima lezione è prevista martedì 28 gennaio all’hotel Granduca di Grosseto: all’ordine del giorno ci saranno la storia e le tecniche di distillazione, acquaviti da tutto il mondo, difetti e nozioni di base di degustazione. I partecipanti avranno a disposizione una selezione di distillati della Distilleria Nannoni; docente del corso sarà proprio la sua titolare Priscilla Occhipinti. Alle degustazioni prenderà parte Antonio Stelli Delegato provinciale della Associazione italiana sommelier (Ais), i cui corsi, per chi volesse approfondire, avranno inizio alla fine di gennaio. Tutte le lezioni inizieranno alle 21 e il costo complessivo del corso ha una base minima di 100 euro a persona trattandosi di offerte per una causa benefica. “E’ la prima iniziativa che organizziamo – dice Priscilla Occhipinti, presidente del gruppo Giovani di Confartigianato -: per questo abbiamo scelto di fare qualcosa per il territorio. Il ricavato sarà infatti devoluto in beneficenza in favore degli alluvionati dell’Albinia”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.