Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Quando le cavallette invasero Massa e Monterotondo servì una processione per scacciarle

a cura di Piero Simonetti

MASSA MARITTIMA – Nel XVIII secolo si registra un’invasione di grilli e locuste nei territori tra Massa Marittima e Monterotondo. Il fenomeno dovette rivestire un significato assai particolare, poiché la notizia giunse fino a Siena ove destò sorpresa ed apprensione per quelle zone della maremma senese.

Vennero messi in atto vari tentativi per rimediare allo strano fenomeno, ma senza ottenere alcun risultato: gli animaletti si moltiplicavano a dismisura. Del fatto ce ne dà notizia il Giornale Sanese di G.A. Pecci al tomo I. Della faccenda se ne occupò addirittura l’arcivescovo di Siena.

Infatti, la sera del 9 febbraio 1716 si svolse una processione dal duomo fino alla chiesa di San Domenico, con la partecipazione di tutto il clero. Giunti nel prato dinanzi San Domenico, l’arcivescovo recitò alcune preghiere e “maledicendo i grilli” benedisse tutta la campagna.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.