Con il progetto I-Perla le coste di Scarlino più sicure e accessibili a tutti

Più informazioni su

SCARLINO – Un progetto che garantirà maggior sicurezza a chi usufruisce percorre e naviga le coste maremmane. È il progetto I-Perla, a cui ha aderito anche il comune di Scarlino. Il progetto, finanziato nell’ambito del progetto europeo Italia-Francia Marittimo 2007/2013 con capofila la Provincia di Livorno, afferma l’assessore di Scarlino Paolo Rustici «comporterà maggiore sicurezza per chi usufruisce delle nostre coste, attraverso azioni ed interventi volti a sviluppare nuove soluzioni sostenibili per l’offerta dei servizi turistici. La georeferenziazione degli accessi al mare sarà il primo passo concreto per garantire rapidi ed efficienti interventi di soccorso; inoltre sarà prevista una efficace cartellonistica che aiuti l’ospite ad orientarsi e a conoscere maggiormente i luoghi che sta visitando. Tutto questo avverrà con una forma di comunicazione che si avvia ad essere standardizzata in tutto il mondo».

«Sarebbe riduttivo pensare e/o dire che un progetto molto vasto come l’”I-Perla” si fermi solo a questo – prosegue Rustici -, anche se quanto anticipato costituisce un passo in avanti lungo e significativo. Il progetto “I-Perla” nella sua completezza prevede anche, con adeguati finanziamenti e controlli, l’accesso sostenibile nelle zone di pregio per le fasce deboli ed i diversamente abili. Si apre quindi una concreta prospettiva che potrebbe portarci a realizzare il sogno di una fascia costiera sicura alla visita ed alla balneazione, unita alla fruibilità di luoghi bellissimi ma poco valorizzati del territorio circostante, oltre che un accesso realizzato in modo sostenibile per tutti».

Più informazioni su

Commenti