Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Scuole più verdi a Grosseto dove sono stati piantati alberi da frutto – FOTOBOOK foto

di Barbara Farnetani

GROSSETO – Un pero, un melograno, un pomo, un mandarino, una mimosa e una magnolia. Sono le piante che questa mattina sono state messe a dimora nel giardino della scuola di via Rovetta a Grosseto, grazie alla collaborazione di Comune e Acquedotto del Fiora che ha donato le piante. La giornata scelta per questa iniziativa dai molti risvolti, ecologici, educativi e sociali, è la Festa dell’albero che si svolge oggi in tutta Italia. Il progetto però a Grosseto assume un sapore particolare visto che gli alberi sono stati donati grazie ad un progetto di Acquedotto del Fiora dal titolo “Più bollette on line più alberi”. «Per ogni dieci persone che scelgono di rinunciare alla bolletta cartacea in favore di quella on-line l’Acquedotto pianterà un nuovo albero» ha precisato Melissa Sinibaldi.

«Questo è un gesto concreto – afferma l’assessore Giancarlo Tei – di sensibilità rispetto ai temi ambientali, con un valore in più che è quello educativo. Gli alberi sono fondamentali, alcune sciagure, tipo quello che è successo in Sardegna, forse sarebbero state evitate. In montagna, in collina, una volta c’era molti più alberi; e questi boschi quando l’acqua scorre fermano le frane. Le piante – ha continuato Tei rivolgendosi ai bambini della scuola – vanno rispettate, anche raccogliendo la carta da riciclare. Dovete essere più attenti di quanto non siamo stati noi, perché quando la natura si offende, prima o poi si vendica».

«Abbiamo accolto con piacere il dono che il Comune e l’Acquedotto ci hanno fatto – ha sottolineato Roberto Mugnai dirigente dell’Istituto comprensivo 5 – gli alberi in una scuola hanno anche un significato particolare, ecologico e simbolico, visto che crescono con le generazioni. Qui abbiamo un bel giardino, che è bene valorizzare, per questo abbiamo voluto che partecipassero tutte le classi, in futuro speriamo una cosa analoga possa essere fatta anche per le scuole medie». Questa mattina intanto alcuni alberi sono stati piantati dagli operai della ditta Barbini anche nel giardino della scuola di via Giotto.

(Per ingrandire cliccare sulle foto)

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.