Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Cesvot lancia il “passaporto del volontario”, uno strumento per coordinare le associazioni

Più informazioni su

GROSSETO – Individuare e certificare le competenze che un volontario sviluppa nel suo impegno per le associazioni, valorizzare il contributo al fine di poterlo indirizzare verso ruoli adatti e facilitare la mobilità interassociativa. Restituire a chi fa volontariato la percezione che non solo offer il suo contributo alla comunità, ma che al tempo stesso sviluppa competenze utili per la sua vita, privata e professionale, e per le sue scelte. Sono questi gli obiettivi che hanno portato la delegazione Cesvot di Grosseto a ideare il “Passaporto del Volontario” un progetto innovativo che permetterà in futuro, anche su scala nazionale, di venire incontro alle esigenze delle associazioni di volontariato migliorando la capacità di accogliere i volontari, aumentando il loro benessere e la percezione di efficacia delle loro azioni. C’è infatti un’area vasta di soggetti che non sono impegnati in associazioni ma che offrono contributi significativi, spesso a termine e senza coordinamento e valorizzazione. Il progetto ha quindi come obiettivo quello di dare delle risposte concrete agevolando la costruzione di nuovi patti tra associazioni e volontari sulla base del riconoscimento delle competenze sviluppate nel corso dell’esperienza del volontario.

«In Toscana ci sono 1.178  volontari ogni 10mila abitanti. Un numero del 30% superiore rispetto alla media italiana (801).  Questo significa che abbiamo un vero e proprio patrimonio di risorse umane impegnate nel volontariato – spiega Andrea Caldelli (a destra nella voto), presidente della delegazione Cesvot di Grosseto – Il “Passaporto del volontario” permetterebbe di coordinare al meglio le competenze disponibili e il tempo che questi volontari mettono a disposizione delle loro comunità, contribuendo al miglioramento complessivo della macchina del volontariato, affrontando così le difficoltà e le richieste delle associazioni e allo stesso tempo agire tempestivamente in situazioni di emergenza».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.