Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Omicidio Irina Meynster: i Ris perquisiscono la casa del compagno – FOTO foto

Più informazioni su

di Barbara Farnetani

GROSSETO – È appena iniziato il sopralluogo del Ris dei carabinieri nella casa di Sewrgio Bertini e Irina Meynster, la donna russa strangolata dal compagno e gettata poi in un dirupo in una zona impervia di Monte Aergentario. La casa, dove la donna è stata strangolata in quello che il compagno ha definito «un abbraccio troppo vigoroso», è stata sigillata subito dopo l’arresto di Bertini, così da preservarne quanto più possibile l’integrità.

L’uomo ha ucciso la compagna la domenica del 13 ottobre, poi, tre giorni dopo, ne aveva denunciato la scomparsa ai carabinieri e successivamente a Chi l’ha visto. Ai militari però non ha mai fornito una foto della donna. Aveva raccontato che la compagna, con cui aveva una relazione da circa due anni, era partita per Roma e qui infatti, alla stazione, era stata trovata la sua borsa, con dentro il cellulare.

«È distrutto per quello che ha fatto – afferma l’avvocato di Bertini, Tommaso Galletti – e ha detto di voler pagare. Si è detto che la loro fosse una storia turbolenta, in realtà non lo era più di tante altre». La perquisizione dell’abitazione della coppia andrà avanti per buona parte della giornata.

(per ingrandire cliccare sulle foto)

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.