Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Tagli ai treni veloci, Fare Grosseto fa partire una petizione

GROSSETO – Fare Grosseto si unisce al coro di protesta contro la decisione di Trenitalia di sopprimere ben 12 Intercity che collegano la città ai principali centri del  Nord e del Sud. «È inconcepibile la riduzione e la cancellazione dei treni veloci in transito su Grosseto. La nostra provincia sta assumendo sempre più un ruolo marginale per i trasporti e i collegamenti – spiegano -. Senza collegamenti ad alta velocità il nostro territorio rischia l’isolamento e un turismo sofferente. Molti pensano che la soluzione di tutto potrebbe essere la costruzione dell’autostrada. L’edificazione dell’autostrada avrebbe costi elevati, con gravi ripercussioni sull’ambiente e sulle attività produttive esistenti che verrebbero irrimediabilmente pregiudicate. Per l’autostrada é previsto anche un costo di pedaggio fra i più cari in Europa».

«Oggi il servizio pubblico  in un momento di crisi economica  assume un ruolo ancora più importante e fondamentale, soprattutto per i pendolari per i quali è fondamentale prendere il treno tutti i giorni – precisano ancora da Fare Grosseto -. L’obiettivo di Trenitalia  é solo di far quadrare il bilancio economico, purtroppo  i bisogni dei cittadini e del territorio vengono  sempre più frequentemente dimenticati».

«Siamo impegnati da alcuni mesi in una campagna di sensibilizzazione contro il taglio dei treni veloci e la valorizzazione del servizio ferroviario, riteniamo che non siano immaginabili soluzioni diverse e sostitutive al servizio pubblico su rotaia – precisano ancora -. Tutti coloro che vorranno aderire alla nostra petizione potranno firmare i moduli messi a disposizione presso il negozio di Alimentari da “Giovanni”  in Via Tripoli n. 32, presso l’Erboristeria “Il cielo Stellato”  in Via Solferino, e l ‘Erboristeria “Il Melograno” in Via Cesare Battisti n. 23».  A fine novembre, Fare Grosseto predisporrà una postazione dove sarà possibile firmare la nostra petizione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.