Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Fondi regionali in aiuto alle famiglie: ecco come fare per richiedere i contributi

di Lorenzo Falconi

GROSSETO – Nuovi nati, bambini adottati o in affido, famiglie numerose e con figli disabili, a loro è dedicato il sostegno finanziario previsto dalla Legge 45, approvata all’unanimità dal consiglio regionale della Toscana nell’agosto scorso. Contributi in arrivo, quindi, per tutte quelle famiglie in difficoltà. Per accedere al contributo, potranno infatti fare richiesta tutti quei nuclei familiari con una dichiarazione Isee inferiore ai 24mila euro e residenti in Toscana da almeno un anno. Per i nuovi nati e i bambini adottati, sono previsto 700 euro, la stessa cifra, ma erogata in tre anni, è destinata alle famiglie con figli disabili e quelle numerose con almeno 4 figli a carico. Per ogni figlio in più, oltre al quarto, sono previsti 175 euro aggiuntivi. Per facilitare la procedura, i Comuni dell’area grossetana e Coeso Società della Salute hanno organizzato un servizio di raccolta delle richieste che potrà essere presentato entro il 31 gennaio.

«E’ necessario, in questo periodo, che molti cittadini in difficoltà sentano la presenza dello Stato – spiega il sindaco di Grosseto e presidente della Società della Salute Emilio Bonifazi -, con questi fondi saremo in grado di garantire assistenza a tante famiglie». «Ci attendiamo circa 1500 domande – precisa Fabrizio Boldrini, direttore della Società della Salute – per questo abbiamo organizzato un servizio che possa dare risposte puntuali a tutte le domande».

Ecco come presentare la domanda:  i cittadini possono farne richiesta in maniera autonoma, utilizzando l’applicazione web messa a disposizione dalla Regione Toscana e alla quale si accede tramite tessera sanitaria elettronica attivata (TS/CNS) oppure scrivendo da un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) all’indirizzo di posta elettronica certificata del Comune di residenza. E’ possibile però anche rivolgersi agli sportelli comunali o degli altri enti coinvolti, come Coeso SdS, presentato il modulo cartaceo compilato, spedendolo tramite raccomandata a/r o facendosi assistere nella compilazione online. Per informazioni ulteriori i cittadini possono rivolgersi all’Urp della Regione Toscana: numero verde 800860070, email urp@regione.toscana.it.

Inoltre, ecco le indicazioni su alcuni comuni grossetani: le persone residenti nel comune di Grosseto possono rivolgersi all’Ufficio sociale del Comune, in via Damiano Chiesa 4, aperto dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 12,30, per presentare domanda di contributo per i nuovi nati e le famiglie numerose. Le famiglie con figli disabili e con bambini adottati o in affidamento preadottivo, invece, possono rivolgersi agli uffici di Coeso SdS in via Damiano Chiesa 7/a (corte interna dell’ex palazzo Rama) ogni martedì dalle 9 alle 12.

I cittadini di Scansano, invece, possono rivolgersi all’Ufficio affari generali (primo piano del Municipio) ogni martedì e venerdì dalle 10 alle 13 e il giovedì dalle 15 alle 17.

A Campagnatico le famiglie con figli disabili o bambini adottati e in affidamento preadottivo possono rivolgersi all’assistente sociale del Coeso (presso il presidio sociosanitario in strada provinciale s. Antonio) ogni venerdì dalle 9 alle 12, mentre per i nuovi nati e le famiglie numerose devono rivolgersi all’ufficio sociale del Comune il venerdì dalle 10,30 alle 13.

I cittadini residenti a Castiglione della Pescaia possono rivolgersi all’Ufficio Politiche sociali del Comune (stanza 17 del Municipio) lunedì, martedì e venerdì dalle 09,30 alle 12,30 e martedì e giovedì dalle 15,30 alle 17,30.

A Roccastrada, infine, per presentare domanda si può rivolgersi all’Ufficio socio educativo gestito da Coeso SdS ogni martedì dalle 15 alle 17,30 e giovedì dalle 10 alle 12,30, e anche i residenti nel comune di Civitella Paganico possono rivolgersi all’Ufficio socio educativo aperto a Civitella Marittima (nel Municipio) lunedì, giovedì e venerdì dalle 9 alle 13 e a Paganico (in corso Fagarè) martedì e mercoledì dalle 9 alle 13.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.