Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Piccoli musicisti crescono: borse di studio per gli allievi più meritevoli

FOLLONICA – Un saggio dimostrativo che servirà ad assegnare borse di studio agli allievi più meritevoli della scuola di musica “Bonarelli” di Follonica. A organizzarlo è il Rotary Club di Follonica, guidato dalla presidente Miria Magnolfi: l’associazione è da sempre vicina ai bisogni delle nuove generazioni e vuole dare il suo contributo alla crescita di giovani talenti follonichesi. Ecco perché l’iniziativa “Artisti in erba” in programma sabato 12 ottobre alle 17 alla sala Tirreno di Follonica, in via Bicocchi.

Si tratta di un pomeriggio in musica, con il patrocinio del Comune di Follonica, che sarà anticipato dai saluti della presidente Magnolfi e dagli interventi della direttrice della scuola di musica, Sabrina Gabellieri, e dal presidente dell’istituto, Stefano Cocco Cantini. “Seguendo i principi del Rotary Club internazionale che prevede come una delle priorità le ‘azioni verso le nuove generazioni’ – dice Magnolfi – l’associazione follonichese ha scelto di indire una borsa di studio riservata agli allievi della scuola di musica gestita dalla Amf (Associazione musicale follonichese). Siamo consapevoli della validità dell’offerta didattica dell’istituto di Pratoranieri che ogni anno coltiva nei giovani la passione per gli strumenti e il canto e in generale per l’arte. Crediamo che in un momento così difficile sia importante dare la possibilità a chi vuole fare strada in questo settore di portare avanti la propria passione e le proprie capacità facendole diventare una professione”. Il saggio dimostrativo alla sala Tirreno rappresenterà l’occasione per selezionare i migliori allievi: degli otto segnalati dai docenti dei vari corsi solo tre saranno premiati. In commissione, per la decisione finale, ci saranno il direttore del conservatorio di Livorno e quattro esperti di musica di cui due scelti dal Rotary Club.

I premi assegnati sono di 2.000 euro per il miglior talento, di 1.000 per il secondo classificato e di 500 per chi otterrà la “medaglia di bronzo”: i soldi dovranno essere utilizzati per la prosecuzione e il perfezionamento di canto o di uno strumento. L’associazione fa un in bocca al lupo a tutti i partecipanti, invitandoli a proseguire il loro percorso di studio. Ecco i partecipanti: Anna Giovannardi (pianoforte), Jacopo D’Ambra (pianoforte), Lorenzo Fiaschi (sax), Jacopo Pisapia (batteria e marimba), Michelagelo Scandroglio (basso elettrico), Caterina Toni (è un soprano lirico) e Duccio Columpsi (tromba).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.