Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Costa prenota la Vangaurd, la nave bacino per trasferire la Concordia

FIRENZE – “Un segnale due volte positivo”. Così il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, commenta l’annuncio del contratto firmato da Costa Crociere con Dockwise per assicurarsi la disponibilità della Dockwise Vanguard, la più grande nave semi-sommergibile del mondo per la rimozione della Concordia dall’isola del Giglio.

«Positivo una prima volta – dice Rossi – perché dimostra che il progetto della rimozione del relitto dal Giglio sta andando avanti speditamente e noi, che siamo tra i primi ad averla sollecitata, siamo di questo molto soddisfatti: prima si libera l’isola da questa ferita meglio è per il Giglio e per la Toscana. E poi ancora positivo – prosegue – perché la prenotazione della Vanguard, da quello che si legge nelle agenzie, è prevista per la prossima estate. Ciò – sottolinea il presidente – coincide perfettamente con i tempi che ci siamo dati per l’adeguamento del porto di Piombino: è infatti previsto che i lavori necessari per accogliere la Concordia termineranno entro il prossimo mese di maggio. In tempo quindi – conclude – per poterla ospitare per la rottamazione».

La Vanguard è impiegata per sollevare e trasportare carichi molto pesanti in modo sicuro e asciutto. Inizialmente progettata per il trasporto di strutture offshore nel settore dell’oil&gas, è in grado di caricare altri mezzi navali e fungere da bacino galleggiante. Ha un ponte di coperta aperto esteso per tutta la sua lunghezza da poppa a prua che misura 275 metri per 70 metri, che consente alla nave di trasportare carichi più ampi delle dimensioni del proprio ponte. Quando i sistemi di zavorra sono riempiti di acqua, il ponte della Dockwise Vanguard si immerge sotto il livello del mare, consentendole di gestire carichi con un pescaggio profondo. «Una volta che la Dockwise Vanguard è semi-sommersa, il relitto rigalleggiato della Concordia potrebbe essere portato in posizione sul ponte e, con lo svuotamento del sistema di zavorre, l’intera nave, compresa la Concordia, riemergerebbe sopra il livello del mare consentendo un trasporto sicuro e veloce», afferma Costa Crociere.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.