Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“Case fantasma”, in Maremma ne sono state individuate oltre 1.600

GROSSETO – Sono oltre 1.600, a Grosseto le cosiddette case fantasma, le unità immobiliari mai registrate o dichiarate, e che sono state scoperte incrociando le mappe catastali con le rilevazioni aeree dell’Agea (Agenzia per le erogazioni in agricoltura). A queste case è stato assegnato un valore catastale provvisorio, che si aggira, complessivamemnte, attorno ai 666 mila euro. A queste si aggiungono le 5.211 unità registrate spontaneamente dai proprietari prima del 30 novembre 2012, data ultima per accatastare gli immobili non registrati (per un valore catastale di oltre 5 milioni di euro). In totale si tratta di quasi 7 mila unità immobiliari, per 5 milioni e 763 mila euro.

L’operazione “case fantasma” in Toscana ha visto l’attribuzione a più di 17mila immobili di una rendita presunta complessiva per oltre 10 milioni di euro. Sono questi i risultati dell’ultima fase della complessa attività di controllo sui fabbricati sconosciuti al Catasto, realizzata grazie all’incrocio delle mappe catastali con le immagini aeree rese disponibili dall’Agea (Agenzia per le erogazioni in agricoltura), per “avvistare” i fabbricati presenti sul territorio ma sconosciuti al catasto e quindi non presenti nelle banche dati catastali. Il Decreto legge n. 78/2010 ha previsto poi, in attesa dell’accatastamento definitivo, l’attribuzione d’ufficio di una rendita presunta agli immobili mai dichiarati e non ancora regolarizzati, associando agli stessi una rendita catastale provvisoria. Per presumere le rendite catastali e associarle ai fabbricati, l’Agenzia si è basata su parametri precisi, acquisiti anche con sopralluoghi esterni agli edifici non in regola.

Rendite catastali accertate per più di 51 milioni di euro – In Toscana la somma delle rendite catastali associate agli immobili accertati e registrati nelle banche dati sfiora i 52 milioni di euro. In particolare, oltre 41 milioni di euro è il valore complessivo delle rendite definitive, cioè attribuite dopo che gli interessati hanno provveduto spontaneamente a presentare gli atti di aggiornamento del Catasto, mentre superano i 10 milioni di euro quelle presunte, cioè attribuite d’ufficio poiché i proprietari non avevano accatastato spontaneamente gli immobili alla data del 30 novembre 2012, giorno in cui si sono chiusi gli accertamenti sui cosiddetti “mai dichiarati”.

Oltre 60mila nuove case sono finite nella banca dati del catasto – Sono circa 60mila le unità immobiliari urbane censite al Catasto, grazie all’operazione di controllo. Di queste, 42mila hanno una rendita catastale definitiva, mentre a oltre 17 mila immobili ne è stata attribuita una presunta. Nella tabella che segue un riepilogo della situazione in Toscana:

 

Provincia Immobili con rendita catastale PRESUNTA Immobili con rendita catastale DEFINITIVA Immobili con rendita catastale TOTALE
  Unità immobiliari Rendita catastale Unità immobiliari Rendita catastale Unità immobiliari Rendita catastale
AREZZO 3.112 1.399.046 7.818 5.210.435 10.930 6.609.481
FIRENZE 1.295 1.136.786 5.316 6.094.815 6.611 7.231.601
GROSSETO 1.603 666.379 5.211 5.097.277 6.814 5.763.656
LIVORNO 767 707.497 3.349 2.299.506 4.116 3.007.003
LUCCA 2.516 1.914.842 2.803 8.900.760 5.319 10.815.602
MASSA CARRARA 1.412 556.480 3.376 1.207.883 4.788 1.764.364
PISA 2.622 1.792.192 5.076 5.108.429 7.698 6.900.621
PISTOIA 1.802 693.165 2.773 1.656.412 4.575 2.349.577
PRATO 326 259.283 843 763.321 1.169 1.022.604
SIENA 2.320 1.144.711 5.706 5.120.825 8.026 6.265.536
TOTALE 17.775 10.270.380 42.271 41.459.662 60.046 51.730.042

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.