Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Profughi: «Quella delle Colline Metallifere è un’esperienza di eccellenza»

COLLINE METALLIFERE – L’accoglienza profughi nelle Colline Metallifere «costituisce un’eccellenza all’interno della Toscana». Salvatore Allocca, assessore regionale al welfare, risponde all’interrogazione presentata da un gruppo di minoranza. «Si può senz’altro affermare – si legge nella risposta all’interrogazione – che l’esperienza condotta nel contesto delle Colline Metallifere rappresenta un’eccellenza all’interno della Toscana e la conduzione dell’accoglienza dei profughi provenienti dal Nord Africa ha contribuito alla crescita civile e culturale del territorio interessato e alla valorizzazione del modello di accoglienza diffusa proposto dalla Regione Toscana. Occorre peraltro anche rilevare che l’esperienza ha generato nel territorio una positiva ricaduta di carattere economico in considerazione della cifra corrispondente a 1.957.379,00 euro utilizzata e rendicontata nell’ambito della conduzione dei percorsi di accoglienza, tali risorse si sono riversate sul tessuto economico commerciale oltre che dei servizi di natura sociale rivolti alla persona».

 

riferimento

rendicontato

liquidato

differenza

gestione tunisini

€ 31.876,24

€ 25.822,14

-€ 6.054,10

gestione tunisini

€ 15.701,26

€ 10.080,00

-€ 5.621,26

gestione profughi 2011

€ 723.942,71

€ 706.602,18

-€ 17.340,53

gestione profughi 2012

€ 1.185.859,27

€ 1.133.000,00

-€ 52.859,27

TOTALE

€ 1.957.379,48

€ 1.875.504,32

-€ 81.875,16

La distribuzione nei comuni degli ospiti è stata la seguente:
Comune di Massa Marittima n° 121 (70,76%), dei quali: 45 (26,32%)accolti nella struttura del Rifugio Sant’Anna nella prima fase dell’emergenza di nazionalità tunisina che si è protratta dall’aprile al giugno del 2011; 55 (32,16%) sono i richiedenti asilo accolti dal 7 maggio al 31 dicembre 2012 ed ospitati nel comune di Massa Marittima presso il Rifugio Sant’Anna, 21 (12,28%) nella struttura in località Le Piane (struttura aperta dal 23 dicembre 2011);
comune di Montieri n° 17 (9,94%), nella struttura Colonia Montana Santa Maria nella frazione di Gerfalco;
comune di Scarlino n° 23 (13,45%), nella struttura Divina Provvidenza del capoluogo;
comune di Follonica n° 10 (5,85%), nella struttura della Colonia Marina del capoluogo.
«Grazie alla rete che si è sviluppata sul territorio – aggiunge il presidente delle Colline Metallifere Luciano Fedeli – abbiamo dato risposte importanti e immediate. Non ci siamo tirati indietro, abbiamo affrontato l’emergenza umanitaria mettendo in questa ‘missione’ competenze e sentimenti».

In una pubblicazione che sarà presentata e diffusa entro la fine di ottobre i numeri parlano di 121 soggetti che hanno fatto parte della rete territoriale svolgendo attività di vario genere e di circa 500 persone che hanno lavorato gratuitamente per la gestione dei campi.

12 enti o soggetti operanti in settori dei servizi pubblici;
6 cooperative sociali;
39 soggetti privati;
16 associazioni di volontariato;
19 enti che hanno messo a disposizione personale;
10 enti istituzionali.

Grazie alle attività messe in campo, sono stati creati anche numerosi posti di lavoro fra cui 5 persone assunte dalla cooperazione sociale con contratti a tempo determinato, 4 per i servizi di refezione e altri 4 assunti da privati per ricoprire varie mansioni.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.