Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

La Maremma viaggia sui social con il “Network for tourism”: 300 operatori diventano 2.0

Più informazioni su

di Daniele Reali

GROSSETO – La rete, il web e i social per rendere più competitivo il settore turistico della Maremma e allo stesso tempo promuovere il territorio. Sono questi i i principali obiettivi di “Network for tourism”, il corso di formazione promosso dalla provincia di Grosseto, in collaborazione con il Coap, l’azienda speciale della Camera di Commercio, che si è concluso con il convegno dal titolo “Costruire la comunità per raccontare il territorio” (nella foto da sinistra Francesco Tapinassi e Gianfranco Chelini).

«Il progetto era ambizioso e complesso» ha commentato Luca Biotti del Coap di Grosseto perché il corso ha coinvolto 300 operatori del settore del turismo con 15 edizioni parallele e ben 8 sedi, tra cui Follonica, Massa  Marittima, Porto Santo Stefano.

Un’iniziativa che ha coinvolto tutta la Maremma e che ha prodotto risultati positivi e anche inattesi. Nell’ambito del progetto infatti è nata, per volontà di alcuni partecipanti, anche l’associazione Maremmans che ha proprio tra i suoi scopi la promozione della cultura e del territorio attraverso la rete e i social network.

«I social rappresentano una vera rivoluzione nel modo di comunicare – ha detto il presidente della Camera di Commercio Giovanni Lamioni – e una possibilità che deve essere sfruttata per le campagne di promozione turistica. La grande partecipazione e la presenza attiva sui social non sono altro che nuovi modi di rafforzare il brand Maremma».

Presente all’evento conclusivo anche l’assessore al turismo della provincia di Grosseto Gianfranco Chelini. «Il sistema di comunicazione turistica della Maremma e dell’Amiata è ormai un successo e fa scuola. Lo sviluppo dei social e il cosiddetto passaparola online sono molti importanti ed per questo che la provincia ha creduto e realizzato questo progetto scommettendo così nel marketing 2.0».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.