Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Dalla scuola di via Garigliano al centro anziani: tour nei cantieri del comune foto

Più informazioni su

di Barbara Farnetani

GROSSETO – 358 mila euro per mettere in sicurezza la scuola media di via Garigliano e altri 70 mila per il centro anziani di via de Barberi. Sono parte degli investimenti fatti dal comune di Grosseto. Un cantiere aperto e uno terminato, ma che hanno impegnato l’amministrazione nell’arco di più anni. Soprattutto quello della scuola Galileo Galilei, un progetto completato a stralci, e che, per quanto riguarda l’ultimo lotto ha visto il rifacimento della pavimentazione delle due palestre (costato 38 mila euro), il consolidamento della struttura (20 mila euro), e la sostituzuione di tutti gli infissi della scuola (300 mila euro). 300 mila euro vengono da un mutuo acceso appositamente dal comune, mentre 104 mila euro provengono da un fondo regionale volto al risparmio energetico e intercettato proprio per la sostituzione degli infissi.

«Certi lavori, di grosse dimensioni – afferma il sindaco Emilio Bonifazi – non si possono concludere nei soli tre mesi delle vacanze estive, per questo vengono programmati a stralci e per questo sarebbe più utile una scuola jolly, comne avviene con la struttua di via Marche. Su questa scuola si sta lavorando dal 2006, prima con il consolidamento, poi con le rifiniture. Negli anni abbiamo fatto un grosso lavoro di mappatura dei 42 plessi scolastici sotto la nostra competenza, dalle materne alle medie, e abbiamo fatto un programma di interventi. E poi ancora la manutenzione dei 10 centri anziani, dalle decine di edifici comunali ai monumenti, dai 300 km di strade le centinaia di km km di marciapiedi, e ancora gli oltre 50 impianti sportivi, i 38 giardini attrezzati per bambini, compreso quello appena inaugurato a via del Turchese, i due grandi parchi urbani, le 30mila piante da curare, fino ai complessivi 300 ettari di verde pubblico».

«Gli ultimi eventi atmosferici, eccezionali – prosegue l’assessore ai lavori pubblici Giuseppe Monaci – hanno messo a dura prova il terreno su cui poggiano strade e edifici, si tratta di un terreno argilloso, qui c’era la palude, e treagisce all’acqua come al troppo secco».

Quanto al centro anziani di via de Barberi, l’investimento di 70 mila euro servirà per costruire una cucina con servizi che sarà colegata al centro da una pensilina. «Stiamo cercando di migfliorare tutti centri anziani – precisa Bonifazi – da Braccagni al Pace. Qui mancava una cucina, se ne parlava da anni. Non era una esigenza primaria per la sicurezza ma sociale visto che qui si ritrovano nel corso dell’0anno 400 iscritti». Per l’arredo poi, come precisa il presidente Auser Paolo Tinacci «Al centro sono formichine, e negli anni hanno accumulato circa 20 mila euro che servirannop proprio per i mobili e gli elettrodomestici». La struttura dovrebbe essere terminata per fine anno.

A questi cantieri vanno aggiunte le radicali opere di manutenzione delle scuole elementari di via Scansanese e di via Monte Bianco (48mila euro), della scuola media Pascoli (oltre 21mila euro), i noti lavori alla scuola media di Marina nella Colonia di San Rocco (oltre 250mila euro e che hanno consentito di organizzare i recenti Mondiali di Vela) e la realizzazione della scala antincendio per la scuola materna di via Giovanni XXIII (ancora in corso per 27mila euro di spesa). E ancora: i lavori interni alla scuola media di viale Uranio (alcuni terminati, altri pronti a partire per complessivi 36mila euro) o quelli terminati presso la scuola di via Einaudi (oltre 23mila euro), come quelli pronti a partire per la copertura della scuola di via Adamello (18mila euro).

Complessivamente, da gennaio ai primi di settembre, l’Amministrazione ha investito oltre 1,3 milioni di euro su varie strutture, di cui 580mila euro per gli edifici scolastici e 740mila per gli altri edifici di proprietà comunale.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.