Quantcast

A ottobre riprende la formazione gratuita della Fisascat. Gualtieri: «Tutela per i disoccupati»

GROSSETO – Riprende da ottobre l’attività formativa della Fisascat-Cisl Grosseto che già nell’inverno 2012/2013 aveva riscosso grande successo. «Quest’anno le novità che riguarderanno la formazione sono molteplici – afferma il segretario Alessandro Gualtieri (nella foto) – ed oltre ad un consistente ampliamento dei corsi per tipologia e numero, vi sarà l’introduzione di una piattaforma multimediale di formazione on demand che affiancherà la classica formazione in aula». In sostanza i corsi di formazione che la Fisascat mette in campo per l’autunno, si svolgeranno sia in aula attraverso la nuova sala informatica con apposite postazioni, sia comodamente da casa per dare la possibilità di conciliare i tempi di lavoro e di vita e non rinunciare alla propria formazione professionale continua.

La combinazione di aula/piattaforma consentirà di valutare le esigenze dei vari utenti che si presenteranno, modulando i corsi attraverso le esigenze formative così da poter offrire sia formazione professionale agli addetti nei vari settori, sia aiutando alla riqualificazione professionale di tutti quei soggetti che in questo momento sono fuori dal mercato del lavoro.

«La Fisascat ha da sempre a cuore la tutela dei soggetti più deboli e offriamo a disoccupati, inoccupati e inattivi – continua Gualtieri – la possibilità di accedere gratuitamente a corsi di lingua, informatica, corsi settoriali professionalizzanti, salute e sicurezza sul lavoro e molti altri rilasciando la relativa certificazione al completamento di ogni corso. Questa è la nostra idea di politica attiva per combattere la disoccupazione soprattutto giovanile, – conclude Gualtieri – una politica che attraverso la formazione cerca di creare addetti qualificati che abbiano più possibilità di ricollocarsi in un mercato del lavoro sempre più difficile e competitivo».

Commenti