Quantcast

A Capalbio libri si parla di televisione con Carlo Freccero

Più informazioni su

CAPALBIO – A Capalbio Libri 2013, domani, domenica 11 agosto, alle ore 19, è in scena la televisione, i suoi cambiamenti e le sue sfide. Carlo Freccero, direttore di Rai 4, presenta sul palco di Piazza Magenta il saggio frutto delle lezioni tenute presso l’università di Genova e di Roma Tre, edito da Bollati Boringhieri e intitolato proprio “Televisione”.

La sua esperienza alla guida di una delle reti leader del digitale terrestre, e come guru della tv commerciale negli anni ’80, le sue riflessioni come docente universitario, la sua analisi del mercato televisivo italiano e dei nuovi media: Freccero racconta le strategie e le modalità che hanno portato ad un cambiamento radicale non solo nelle scelte del palinsesto televisivo, ma soprattutto nella fruizione del pubblico. Se il “medium” è il messaggio, come insegnava McLuhan, nella televisione, spiega l’autore, “vale anche il contrario: la società stessa viene, sempre più, condizionata a sua volta dal mezzo televisivo”.

Con lui, a Capalbio, la giornalista televisiva, esperta di economia, Myrta Merlino e Luisa Todini, imprenditrice, già europarlamentare e membro del cda della Rai. Il dibattito sarà impreziosito dalle atmosfere jazz del trio musicale composto da Ida Landsberg alla voce, Simone Salvatore alla chitarra e Marco Guidolotti.

Alle 21.30, si cambia atmosfera con l’incontro con un modo nuovo di pensare la scrittura, in Piazza Magenta. Si chiama SIC, Scrittura Industriale Collettiva, il metodo ideato nel 2007 da Gregorio Magini e Vanni Santoni che coinvolge comunità virtuali di autori grazie alla rete.

Gregorio Magini, intervistato da Giuseppe Marchetti Tricamo, direttore di Leggere: tutti, racconterà l’idea e la realizzazione di questo sistema innovativo da cui è nato “In territorio nemico”, edito da minimum fax, il primo romanzo scritta a più mani, da ben 115 autori, che hanno condiviso il proprio sapere e le proprie competenze per dar vita a un’epopea corale sull’Italia dell’8 settembre.

Un romanzo vivo e toccante, ispirato alle testimonianze di chi la guerra l’ha vissuta, che tiene ben presente l’eredità letteraria di Fenoglio, di Malaparte e di Calvino.

Capalbio Libri 2013 è la settima edizione del festival sul piacere di leggere realizzato da Zigzag in collaborazione con il Comune di Capalbio. La manifestazione ha il patrocinio del Ministero dei Beni e le Attività Culturali, della Regione Toscana e della Provincia di Grosseto. Il festival è realizzato grazie al contributo di importanti aziende nazionali: Enel, Telecom Italia, eni, Poste Italiane, Invitalia, Renault, Banca di Saturnia e della Costa d’Argento, Selpress, Banca CR Firenze. Collaborano con la manifestazione anche alcune aziende locali: Locanda Rossa, Gallù, Ultima Spiaggia, Vivai Stefanelli e Valle del Buttero. Perfettamente inserito nel suo territorio Capalbio Libri fa parte de La Toscana del Libro, un’iniziativa della Regione Toscana che riunisce i più importanti festival letterari della regione.

È possibile seguire la manifestazione anche sulle sue pagine Facebook e Twitter (hashtag #capalbiolibri). Tutte le informazioni sul sito www.capalbiolibri.it

 

Più informazioni su

Commenti