Quantcast
Attualità

Confartigianato non rinnova l’accordo con Unioncamere: Il Sistri non va bene per le piccole imprese

mauro_cianimod

GROSSETO – Confartigianato ha deciso di non rinnovare l’accordo quadro con Unioncamere (l’ente pubblico che unisce e rappresenta istituzionalmente il sistema delle Camere di commercio) in merito all’entrata in vigore del Sistri, il nuovo sistema per la tracciabilità dei rifiuti promosso dal Ministero dell’Ambiente. Non solo, ma la confederazione degli artigiani invita anche le altre associazioni di categoria a fare altrettanto.

«In tutta la fase di sperimentazione il sistema si è dimostrato inadatto per le piccole e medie imprese – afferma Confartigianato -: mai sono state applicate le semplificazioni annunciate e ancora si assiste al malfunzionamento informatico. La società che gestisce il Sistri non ha mai dato risposte alle criticità sollevate dagli addetti ai lavori, proprio per queste motivazioni Confartigianato la ritiene non idonea a gestire il sistema». «È un segnale forte – spiega il segretario generale dell’associazione grossetana Mauro Ciani – per manifestare il nostro totale dissenso: lo abbiamo ribadito nelle sedi opportune più e più volte spiegando che nessuno mette in dubbio l’importanza di sconfiggere le ecomafie ma che dovevamo riuscire a farlo senza complicare la già difficile situazione delle imprese italiane. Le soluzioni ci sono basterebbe osservare gli altri Paesi europei».

commenta