Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Vox Mundi 2013: venerdì il concerto finale. Tra Maremma e Corsica

Più informazioni su

MAGLIANO IN TOSCANA – Venerdì 2 agosto concerto finale per Vox Mundi Festival 2013: la rassegna di Musiche del Mondo di Magliano in Toscana si conclude con una produzione originale dal titolo “Canti di mare e di maremme”. I suoni della banda polifonica della Corsica Zamballarana si incontrano con la musica popolare toscana del Coro delle Donne di Magliano. Zamballarana è un quintetto di musicisti provenienti da Pigna, un caratteristico borgo delle montagne del versante occidentale della Corsica. Fondato nel 1997 da Jérôme Casalonga, Zamballarana ha valorizzato il grande patrimonio di musiche tradizionali dell’Isola della Bellezza contaminandolo con ritmi e suoni mediterranei e orientali. Il gruppo utilizza strumenti tipici costruiti solo in Corsica come la “cetera”, un particolare mandoloncello a sedici corde, la percussione “columbu” o il flauto “pivana”, assieme a strumenti classici come il violino, la fisarmonica e gli ottoni.

Il coro delle Donne di Magliano è composto da venti agguerrite donne di ogni età residenti nel comune di Magliano in Toscana ed è diretto dalla cantante e compositrice Carla Baldini. Il coro è nato lo scorso anno per il desiderio di riscoprire la musica popolare e di tradizione toscana, ed interpreta con senso di appartenenza ed un pizzico di ironia canti e stornelli come “La leggera”, “La mamma ‘ un vole”, “La Malcontenta” e propone anche alcuni canti originali, fra cui “Son l’Alluvione” (testo di Massimo Ciani e musica di Carla Baldini) e “L’ulivo della strega” (testo di Cristiana Milaneschi, musica di Carla Baldini). Le Donne di Magliano sono accompagnate da chitarra (Paolo Mari), violino (Andrea Frosolini) e contrabbasso (Rossano Gasperini).

Il progetto “Canti di mare e  di maremme” vuole riproporre l’atmosfera della festa popolare paesana, facendo incontrare le tradizioni di due terre di frontiera come la Corsica e la Maremma. Le terre che agli inizi del Novecento erano le mete dei carbonai che dall’Appennino pistoiese ogni anno andavano a lavorare nella macchie della Maremma, della Sardegna o della Corsica. L’appuntamento con “Canti di mare e di maremme”  è alle 21,45 a Magliano in Toscana, nella centrale piazza del Popolo. Biglietti a 10 e 12 Euro in vendita presso Centro Enoturistico di Magliano in Toscana (Segreteria del Festival) 0564.593249 – 335.5849911; Edicola Rotelli, Magliano in Toscana, tel. 0564.593076; Libreria Bastogi, Orbetello, tel. 0564.867103 e Rolling Store, Grosseto, tel. 0564.22491 e online su www.atrapalo.it.  I Ristoranti del comune di Magliano riservano per i propri clienti biglietti al prezzo scontato di 10 Euro. Come consuetudine il concerto sarà preceduto da “Un assaggio Maremma”, degustazione prodotti tipici offerti dai produttori del territorio (vini di Terre di Talamo e antipasti LaSelva e Copaim) , con inizio alle 21,15.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.