Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ricostruito il guado sul fiume Pecora dopo la frana del 2008. Sarà inaugurato venerdì

Più informazioni su

MASSA MARITTIMA – Costruito il guado sommergibile sul fiume Pecora a Vivoli. Sarà inaugurato venerdì 26 luglio alle 17,30 il varco tanto richiesto dai cittadini della frazione di Massa Marittima. Franato nel dicembre del 2008 in concomitanza con l’alluvione che colpì l’alta Maremma e che costrinse il Governo a decretare lo stato di emergenza dietro segnalazione del servizio provinciale della protezione civile, da allora il passaggio è rimasto completamente bloccato. Inoltre la piena aveva distrutto anche la strada di accesso al guado, in particolare nelle parti che insistevano sull’argine. Ciò creava numerosi disagi ai residenti che invece di attraversare 50 metri di fiume, erano costretti ad allungare il percorso di 20 chilometri anche solo per sbrigare le pratiche quotidiane. La strada ha un interesse pubblico consistente, tanto che il Comune di Massa Marittima ha da tempo avviato le pratiche per la definitiva acquisizione, che a breve dovrebbero concludersi. Quella via infatti collega una serie di fabbricati rurali, molti dei quali utilizzati come strutture turistiche e ricettive e quest’ultime, nonostante non siano mai rimaste completamente isolate, lamentavano un calo di presenze dovute alla difficoltà di allacciamento con la strada principale. Qualche anno fa il problema venne segnalato anche alla protezione civile, ma, per carenza di risorse, l’intervento non venne finanziato.

Il Comune di Massa Marittima si è quindi attivato con un’azione di ripristino di opera esistente: è stato rimosso il fabbricato esistente e le relative sottostrutture, è stato attuato il ripristino degli argini, è stata effettuata la posa in opera di elementi tubolari prefabbricati in cemento ed è stata poi  ripristinata la viabilità. Al momento sono state attuate solo opere provvisorie di messa in sicurezza con staccionate per impedire l’accesso al guado e adeguata segnaletica. Il progetto è stato elaborato con la collaborazione tecnica del Consorzio di bonifica Alta Maremma, riproponendo il piano a suo tempo autorizzato. L’importo dei lavori assegnati all’impresa Ivano Banini di Gavorrano ammonta a 35.692 euro, finanziati per 21.570 euro con contributo regionale e per 14.122 con risorse proprie dell’Ente. E venerdì si potrà procedere al tanto atteso taglio del nastro che avverrà sul luogo alla presenza del sindaco di Massa Marittima Lidia Bai, dell’assessore ai lavori pubblici Niccolò Spadini e di tutta la cittadinanza.

«Il lavoro- spiega l’assessore Spadini- va nella direzione di agevolare le attività agricole che hanno avuto problemi a causa della mancanza del guado; siamo inoltre soddisfatti poiché con questo intervento si dà risposta a ad una necessità più volte manifestata da parte dei cittadini dell’area e si va a ripristinare una viabilità che consentirà ad associazioni ambientaliste e sportive e a chi frequenta la zona in questione, di vivere di più il territorio». L’intervento è stato finanziato con un contributo della Provincia di Grosseto e con il sostegno dell’Assessorato provinciale all’Agricoltura, mentre la proposta progettuale è stata elaborata con la collaborazione tecnica del Consorzio di Bonifica Alta Maremma.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.