Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sacerdote accusato di molestie sessuali su minori: la Diocesi lo allontana e apre un’inchiesta

GROSSETO – La Diocesi di Grosseto ha aperto un’inchiesta sulle presunte molestie che sarebbero state perpetrate da parte di un sacerdote su due minorenni. A darne la notizia è la stessa Curia vescovile di Grosseto che interviene dopo la denuncia, alcuni mesi fa, dei genitori di due ragazzine e la conseguente apertura di un’inchiesta da parte della Procura della Repubblica di Grosseto. Come prevede il Concordato, afferma la Curia, «era stata data notizia al Vescovo Amministratore Apostolico di Grosseto, della emissione da parte della locale Procura della Repubblica di un decreto di perquisizione che riguardava un sacerdote diocesano. Considerata la gravità dei fatti ipotizzati (molestie sessuali a minorenne), subito si è voluto agire conformemente a quanto previsto sia in sede civile che canonica. Pertanto immediata è stata l’attivazione della procedura canonica a riguardo e il Vescovo Amministratore Apostolico ha incaricato il Giudice competente per l’indagine canonica previa».

«Il Vescovo Amministratore Apostolico, esprime la più ferma condanna etica e morale di ogni comportamento di abuso – prosegue la nota della Curia -, specialmente nei confronti di minori o persone deboli; conferma piena e incondizionata fiducia nell’operato della Magistratura di Grosseto, inquirente e giudicante, nel convincimento che sia possibile pervenire quanto prima al pieno accertamento dei fatti e al chiarimento dell’intera vicenda; auspicando la conferma della presunzione di innocenza del sacerdote indagato. Il Vescovo Amministratore Apostolico esprime piena disponibilità, paterna vicinanza e fraterna solidarietà nei confronti di tutte le persone che dovessero risultare vittime dei reati che si ipotizzano o che, comunque, ne dovessero restare coinvolte. Il Vescovo ha accolto la richiesta del sacerdote di allontanarsi dall’ufficio svolto per favorire piena collaborazione con le autorità competenti per l’accertamento della verità dei fatti».

Le due bambine frequentano la parrocchia in cui il sacerdote si trovava ad operare già da alcuni anni.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.