Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Con My Fair Lady lo Studio Enterprise chiude un’altra stagione di successi

GROSSETO – My Fair Lady ha rappresentato il gran finale. Lo spettacolo andato in scena al teatro degli Industri di Grosseto in due serate evento, ha chiuso la stagione dello Studio Enterprise. La scuola di teatro e doppiaggio diretta da Alessandro Serafini ha così chiuso un’annata ricca di soddisfazioni. Con My Fair Lady è stato toccato l’apice di una stagione che ha visto una decina di allievi debuttare nel mondo professionistico del doppiaggio. Lo spettacolo teatrale ha sancito anche il profondo legame tra la scuola maremmana e i docenti di livello nazionale. Professionisti, come Fabrizio Pucci (voce italiana di Russell Crowe, Hugh Jackman, Brendan Fraser e molti altri), che sono andati in scena assieme agli allievi dello Studio Enterpise, arricchendo notevolmente il bagaglio delle esperienze di chi ha frequentato le lezioni. «Lavorare con i professionisti rappresenta il salto di qualità per la nostra scuola – spiega Alessandro Serafini -, a maggior ragione se l’input per mettere in scena spettacoli complessi come My Fair Lady arriva direttamente da persone come Fabrizio Pucci che, nella crescita degli allievi, credono molto».

My Fair Lady ha ottenuto l’acclamazione del pubblico proprio in virtù di questa particolarità: in quanto gli attori della scuola hanno recitato al fianco dei professionisti, reggendo il confronto, grazie al profondo lavoro di preparazione basato sull’impegno e sulla cura dei particolari. Le luci del teatro, adesso, si sono spente, ma il sipario resta ancora aperto in attesa dei nuovi corsi programmati per settembre. In questo periodo estivo, infatti, lo Studio Enterprise sarà ancora in giro per la provincia con la compagnia I Teatronauti. Nei vari cartelloni estivi, sono stati inseriti due degli spettacoli di maggior successo portati in scena negli ultimi anni, vale a dire “Taxi a due piazze” e “Aggiungi un posto a tavola”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.