Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Pugilato: gli atleti Fight Gym danno spettacolo a Principina

PRINCIPINA A MARE – L’Estate continua a regalare successi alla Fight Gym Grosseto. A Principina a Mare è andata in scena un’altra grande serata di pugilato dilettantistico. Sul ring allestito presso il Centro Commerciale “L’Ancora” i ragazzi della società del Presidente Amedeo Raffi e del Maestro Raffaele D’Amico hanno dato spettacolo contro pugili provenienti da Borgo San Lorenzo, Marcianise ed Arezzo. Il primo dei pugili maremmani – tutti assistiti all’angolo dai tecnici Raffaele D’Amico e Cristian Albanesi – a salire sul quadrato è stato Alessio Dainelli, per i 69 kg, opposto a Giuseppe di Coste della Boxe Mugello. Ottima prova quella del mancino Dainelli, fatta di un pressing costante ai danni dell’avversario che, in difficoltà, commetteva qualche piccola scorrettezza e riceveva un richiamo ufficiale per una testata inferta all’atleta grossetano nella I ripresa. Nelle due riprese successive Dainelli continuava ad incalzare l’avversario con ganci e montanti che sfiancavano l’avversario e regalavano al grossetano una meritatissima vittoria, la prima con i colori della Fight Gym Grosseto.

Per il secondo match, nella categoria 60 kg, si sono affrontati Lazzaro Bertini, della Fight Gym Grosseto, e Michael Esteban, della Boxe Mugello, artefici di un incontro molto equilibrato. Bertini non si risparmiava, riuscendo più di una volta a bloccare l’avversario alle corde ed a mettere a segno delle buone combinazioni; complice però un conteggio subito dal maremmano nella III ripresa, l’incontro finiva in parità.

Il terzo incontro ha visto contrapposte la giovanissima Cristina Grosu, della Fight Gym Grosseto, e Vincenza Improta, della A.S.D. Medaglia d’Oro di Marcianise. L’incontro, sulla lunghezza delle 4 riprese da 2 minuti, è apparso subito pendere in favore della Grosu, resasi protagonista di una pregevole prova agonistica. Dopo una prima ripresa di studio reciproco, la giovane ragazza di origini moldave martellava costantemente la sua avversaria con combinazioni veloci e potenti, sottolineate dagli applausi del folto pubblico presente, e si aggiudicava una vittoria netta sulla rivale campana.

Il quarto match ha avuto come protagonisti due boxeurs “ospiti”, Daniele Borri della Boxe Calamati di Arezzo e Salvatore Amato della A.S.D. Medaglia d’Oro di Marcianise. Dopo tre riprese abbastanza equilibrate, i giudici di gara si sono espressi in favore dell’aretino Borri.

Nel quinto incontro, per i 60 kg, è salito sul quadrato un altro pugile della Fight Gym Grosseto, il giovane buttero maremmano Alessandro Santin, che si confrontava con Marco Cecchi della Boxe Mugello. Un primo round di scambi e due successive riprese di pressing e colpi ben assestati contro il fiorentino hanno regalato a Santin una bella vittoria.

Nel sesto match della serata, categoria 69 kg, è stata la volta di Oleksandr Yevtukh, che ha incrociato i guantoni con Aldson Schipani della A.S.D. Medaglia d’Oro di Marcianise. Schipani cercava di impostare lo scontro sul piano fisico, ma Yevtukh non si tirava indietro e riusciva a controllare l’andamento dell’incontro, mantenendolo sul piano tecnico ed imponendosi nettamente sull’avversario, regalando alla società di Raffi e D’Amico un altro meritato successo.

Il settimo incontro, l’ultimo di pugilato della manifestazione, ha visto salire sul ring il I serie della Fight Gym Grosseto Paul Costantin Cocolos e Mohamed Amine Chaouaci della A.S.D. Medaglia d’Oro. Il pugile campano si faceva strada con una boxe molto fisica, ma Cocolos riusciva a far prevalere la sua tecnica e ad uscire vincitore dal confronto.

A conclusione della serata è stato disputato anche un match di kickboxing, disciplina da sempre praticata nella palestra della Fight Gym Grosseto. Contrapposti, nella categoria 65 kg, Boris Martinof della Fight Gym Grosseto e Christian Jakini della Olimpic-in di Arezzo. L’esito dell’incontro, sulla distanza delle tre riprese, è apparso da subito a favore di Martinof: nella I ripresa Jackini – autore comunque di una buona prestazione – subiva un conteggio dopo un high kick  in pieno volto, e nelle due riprese successive Martinof si imponeva con determinazione, incalzando l’avversario e martellandolo con delle precise serie di pugni al viso accompagnate da calci ben piazzati. Il risultato finale, con la giusta vittoria di Martinof, ha chiuso in bellezza l’ottima serata dei ragazzi della Fight Gym Grosseto.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.