Quantcast

Mondiali di Vela: cerimonia di apertura nel segno dei giovani. Da lunedì tutti in acqua

di Lorenzo Falconi

MARINA DI GROSSETO – E’ come un film già visto, ma questa volta con interpreti più giovani. Il secondo mondiale di vela va in scena a distanza di quattordici giorni, con la cerimonia di apertura dell’RS Feva Under 16. Il tripudio di colori torna a riversarsi così sul lungomare della frazione balneare. Le nazioni partecipanti salgono a 15 con l’ingresso della Russia, ma in buona sostanza toccherà a Canada e Australia sfidare il resto d’Europa e l’Italia, che sarà in acqua per difendere il titolo iridato. «Ripetersi non sarà semplice – spiega Marco Borioni della Compagnia della Vela di Grosseto -, speriamo di farci valere soprattutto con le nostre tre barche maremmane, per quella che un’esperienza unica». Nutrita la pattuglia olandese, ma è soprattutto la flotta inglese ad avere intenti bellicosi e velleità da titolo.

Intanto il serpentone colorato partito dalla colonia San Rocco giunge al porto di Marina e da questa gioiosa sfilata emerge la vivacità dei giovani e la voglia di scendere in acqua. Oggi è festa, ma da domani lo sarà ancora di più con l’inizio delle gare. «Un mondiale giovanile ci dà la possibilità di sviluppare ulteriormente questo settore sportivo – spiega il vicesindaco Paolo Borghi -, abbiamo già ottenuto buoni riscontri dal Formula 18, anche dal punto di vista del turismo che puntiamo ad incentivare ancor di più con questa edizione dedicata agli Under 16».

Commenti