Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Pugilato: sotto le stelle di Castiglione una bella serata di sport targata Fight Gym

CASTIGLIONE DELLA PESCAIA – Grande serata di pugilato quella che si è svolta a Castiglione della Pescaia. Nel comune che ha dato i natali a boxeurs del passato come Sergio Bandaccheri e Italo Duranti (originario della frazione di Buriano), sullo sfondo della bella piazza dell’Orto del Lilli sono andate in scena più di tre ore di pugilato dilettantistico. La manifestazione, patrocinata dal Comune di Castiglione della Pescaia e presenziata  dal Sindaco Giancarlo Farnetani e dal consigliere comunale con delega allo sport e alle politiche giovanili Mauro Giovannelli, è stata organizzata dall’A.S.D Fight Gym Grosseto del Presidente Amedeo Raffi e del Maestro Raffaele D’Amico, tecnico e titolare dell’omonima palestra che da anni oramai si impegna per far conoscere sempre di più nella zona il mondo della boxe e degli sport da combattimento. La serata, a cui erano presenti anche Emilio Lelli, presidente del Panathlon Club Grosseto, ha visto avvicendarsi sul ring ben 10 pugili della Fight Gym Grosseto, un numero di tesserati che è oramai difficile trovare in altre società dilettantistiche. La squadra della società grossetana presieduta da Amedeo Raffi era composta da Lazzaro Bertini, Luna Bolici, Paul Costantin Cocolos, Alessio Dainelli, Matteo Diddi, Cristina Grosu, Fausto Ori, Lorenzo Pieri, Alessandro Santin, Oleksandr Yevtukh, tutti accompagnati all’angolo dal Maestro Raffaele D’Amico e dal tecnico Cristian Albanesi.

Per i padroni di casa, vivacemente supportati dalla folta schiera di spettatori,  il primo a salire sul quadrato è stato Matteo Diddi, nella categoria dei 60 kg, opposto a Donato Amalfi della Associazione Boxe Parma. Diddi, partito con grinta, si vedeva costretto all’abbandono per un infortunio all’inizio della III ripresa, quando i giudici di gara interrompevano l’incontro per rsci (referee stopped contest for injury). È stata poi la volta di Alessio Dainelli, per i 69 kg, opposto a Gabriele Pasci della A.S.D. Boxe Stiava. Il mancino Dainelli, nonostante desse vita ad una bella prova sul piano agonistico, riceveva un richiamo ufficiale nella II ripresa, e sebbene continuasse a pressare l’avversario e a dettare il ritmo, usciva dall’incontro con una sconfitta. Il terzo match, per i 56 kg, ha visto contrapporsi Luna Bolici e Flora Ferrara della A.S.D. Boxe Boccadasse di Genova, che si è imposta ai punti su Bolici.

È stata poi la volta, per i 64 kg, di Alessandro Santin, contrapposto a Memush Aliaj della Pugilistica Enrico Kid Saracca di Parma, che batteva Santin ai punti. Il quinto match vedeva impegnati i 60 kg Lazzaro Bertini e Mihai Daniel Voican. Bertini non risparmiava le energie, ma non riusciva a portare a casa la vittoria. Nel sesto match saliva per la prima volta sul quadrato, per la categoria dei 64 kg, un noto artigiano di Castiglione Della Pescaia, Fausto Ori, atleta non più giovanissimo che esordiva nella boxe dilettantistica con i colori della Fight Gym Grosseto. Ori, opposto a Salah Eddin Harik della Associazione Boxe Parma, si rendeva protagonista di una bella prova, ma veniva fermato dall’arbitro per rsch (referee stopped contest for head injury) a 1′ 42” della II ripresa. È stata poi la volta del secondo incontro di boxe femminile della serata, che vedeva contrapposte, per i 54 kg, la giovane grossetana Cristina Grosu e Martina Righi della fiorentina A.S.D. Centro Sport Combattimento. La Grosu, dopo aver costantemente pressato la rivale anticipandone spesso le reazioni ed aver dettato il ritmo per tutta la durata dell’incontro, veniva meritatamente proclamata vincitrice. L’ottavo match della serata ha visto contrapporsi Oleksandr Yevtukh e Constantin Pancrat della Associazione Boxe Parma. La vittoria, dopo un match abbastanza equilibrato, andava a Pancrat. È stata poi la volta, per la categoria 56 kg, del giovane Lorenzo Pieri, contrapposto a Renante Carlo Sinday della Associazione Boxe Parma. Pieri, incalzato dall’avversario, rispondeva con determinazione e riusciva ad imporsi ed ottenere la vittoria ai punti.

Per l’ultimo match della serata salivano sul quadrato, nella categoria 64 kg, il I serie Paul Costantin Cocolos e Kadim Seck della A.S.D. Boxe Rally Auto di Crema. Cocolos, dopo una prima fase di studio, poneva un freno all’irruenza dell’avversario, gestendo l’incontro con esperienza e conquistando a buon diritto una meritata vittoria.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.