Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

In mostra tre città etrusche: la storia parallela di Vetulonia, Capua e Pontecagnano

VETULONIA – Sarà inaugurata domani, domenica 14 luglio al museo civico archeologico Isidoro Falchi di Vetulonia la mostra-evento, incentrata sulla storia parallela di tre città, Vetulonia, Capua e Pontecagnano. La mostra costituisce il perno, delle “Notti dell’Archeologia” in Toscana: una manifestazione promossa dall’AMAT in collaborazione con la Regione Toscana e con la Soprintendenza per i Beni Archeologici della Toscana, che vede impegnato un numero sempre crescente di enti museali, di aree e parchi archeologici fin dal mese di luglio. Il progetto ribadisce ulteriormente la dimensione extra-regionale, assunta dalla mostra-evento.

Un evento che coinvolgerà diverse realtà: alle 18.30, presso la zona degli scavi infatti, si svolgerà la rappresentazione teatrale La Pace di Aristofane, alle 21.00 l’intrattenimento conviviale dell’apericena in piazza Vetluna e, a seguire, le visite guidate della mostra che si protrarranno fino alle 24.00. Questa del 2013 sarà dunque una piccola mostra-cammeo, capace di descrivere le vicende storico-archeologiche e la produzione artistica di quelle comunità degli Etruschi e specialmente del Populus di Vetulonia, ma anche di quelle comunità di Etruschi “fuori d’Etruria” che, costituendo delle vere e proprie “enclaves”, si svilupparono, sin dagli inizi dell’età del Ferro (I millennio a.C.).

«Gli scopi primari della ricerca sono quelli di analizzare i lineamenti di sviluppo culturale delle principali “enclaves“ villanoviane in Campania, rappresentate, a nord, da Capua ed a sud, da Pontecagnano e da quegli “Etruschi di frontiera” – spiega il direttore scientifico Simona Rafanelli -, ma anche di seguire le tappe in parallelo, della storia sociale, politica, economica ed artistica, dagli Etruschi d’Etruria e da quelli di Campania». All’inaugurazione sarà presente anche una delegazione del Palio Marinaro castiglionese che ha aderito alla raccolta fondi promossa dall‘Associazione Mosaico, per il restauro dei reperti archeologici vetuloniesi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.