Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sanità, Pd: il pronto soccorso di Grosseto divenga riferimento per l’area vasta Toscana sud

GROSSETO – «Sulla riorganizzazione dei servizi sanitari tre obiettivi: più concertazione, rivedere i parametri di assegnazione delle risorse alle Asl, candidare il pronto soccorso di Grosseto a riferimento per l’Area Vasta». Così Roberto Panfi segretario dell’unione comunale Pd di Grosseto interviene sul discusso tema sanità. «Nei momenti difficili bisogna avere i nervi saldi e rinunciare a cavalcare i localismi e le rivendicazioni sostenute da gruppi d’interesse. Il problema non è accontentare qualcuno per farlo tacere, ma programmare i servizi sanitari in modo efficiente, dando risposte vere ai bisogni di salute sul territorio. Mi pare evidente che su questo fronte ci sia stata poca concertazione da parte della Asl9 e poca iniziativa politica di raccordo fra le varie realtà, cosicché ognuno si è sentito autorizzato ad andare in ordine sparso».

«C’è poi un problema oggettivo, di cui Asl9 e Regione devono farsi carico – prosegue Panfi -: la riorganizzazione non può avvenire semplicemente sulla base di parametri tarati sulla popolazione residente, oltretutto con il criterio premiante della cosiddetta “urbanità”. 230.000 persone sono poco più della metà degli abitanti del comune di Firenze. Da noi le stesse persone risiedono su un territorio provinciale che è il 16° in Italia per estensione (4.500 kmq), con una densità di 48 abitanti per Kmq. Stesso discorso per la ripartizione delle risorse aggiuntive o di quelle destinate ai progetti di attivazione delle Case della salute. Anche in questo caso con parametri “politici” che premiano le realtà metropolitane».

«Infine, la sanità toscana è oramai strutturata per aree vaste – continua il Pd -. Al loro interno ognuna vede distribuite le funzioni di riferimento su base territoriale, tenendo conto di vocazioni storiche ed eccellenze. Grosseto ha un pronto soccorso che si è sempre distinto per efficienza, che ha sperimentato alcuni protocolli operativi poi replicati nelle altre Asl toscane e italiane (come il “codice Rosa”), e che in estate triplica le proprie prestazioni in conseguenza della massiccia presenza dei turisti. Bene, credo che questa struttura potrebbe tranquillamente essere quella di riferimento per tutti i pronto soccorso di area vasta Toscana Sud, candidandosi anche a ospitare la centrale operativa 118 per l’emergenza urgenza».

Per info: PDgrosseto@gmail.com

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.