Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Rom a Follonica, Vermigli: nessuna raccolta firme è stata depositata in comune

Più informazioni su

FOLLONICA – In comune non vi è traccia della petizione del gruppo “No al campo nomadi”. Ad affermarlo il consigliere comunale di maggioranza Stefano Vermigli che si dice stupito «Per rispetto nei confronti di chi ha realmente e in buona fede firmato, che sono tanti anche se di numero diverso (da quello affermato) sarebbe corretto ed onesto che, se davvero le adesioni esistono, fossero formalmente presentate. Le petizioni non possono dirsi tali se sono solamente sbandierate e mai concretamente esibite».

Vermigli ricorda come nell’ultimo consiglio comunale «quando ho messo in dubbio il fatto che, effettivamente, il numero di cittadini follonichesi che avevano sottoscritto la loro petizione, fosse così elevato come loro andavano asserendo, inizialmente avevano parlato di 7000 adesioni, poi di 7.200, poi ancora di 8.000, sono stato aspramente deprecato e redarguito dagli organizzatori dell’opposizione al progetto comunale».

«Ieri in un’intervista svolta da un giornale locale al gruppo facebook “L’Onda”, gli organizzatori del “No al campo nomadi”, ribadivano le loro idee non solo in riferimento alla questione Rom – precisa Vermigli -, ma proponendosi come probabili candidati alle prossime elezioni amministrative; anche in questo caso, però il riferimento alla consistenza della sua rappresentanza è completamente assente».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Massimo Ghini

    Che senso ha mettere in dubbio una quantita’di firme se non se ne e’ tenuto conto ? Se fossero state di meno o di piu’ sarebbe cambiato qualcosa ? Ci si preoccupa forse del voto alle prossime elezoni di queste 8.000 persone e forse si spera siano di meno ?

  2. Scritto da stefano zirattu

    Come mai tutta questo interesse verso le firme se tanto per lui sono firmate sempre dai soliti e i numeri non sono reali? Vermigli pensi a fare il suo lavoro, non deve riguardargli se e quando noi decideremo di depositare le firme! stefano zirattu (l’onda)