Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Vela: presentati i campionati nazionali giovanili. Follonica si prepara ad ospitare l’evento

Più informazioni su

di Lorenzo Falconi

FOLLONICA – Tre diversi campi di regata nel Golfo di Follonica, per circa 400 imbarcazioni. I campionati italiani di Optimist, Laser 4.7 e Techno per gli Under 16, uniti ai Laser Radial e all’RSX per gli Under 19, in programma dal 5 all’8 settembre, accendono Follonica che si prepara ad ospitare l’evento. La manifestazione sportiva punta a richiamare circa 1200 persone nella città del Golfo, tra atleti, tecnici, accompagnatori e appassionati, per un’operazione che può essere inquadrata anche sotto il profilo turistico, collocata appositamente all’uscita dell’alta stagione estiva. Un modo per promuovere Follonica e al tempo stesso rendere spettacolare la manifestazione, grazie alla vela, uno sport che qua è davvero di casa. «Dalle imbarcazioni alle tavole, c’è un po’ di tutto in questi campionati giovanili – come sottolinea Giuseppe Lallai – presidente del comitato II zona FIV -, il mare è una palestra naturale, struttura di prim’ordine a Follonica. C’è da migliorare nelle strutture a terra, è lì che dobbiamo guardare per il futuro».

Un messaggio raccolto dall’assessore comunale Francesca Stella: «Il nostro golfo è il luogo ideale, con le caratteristiche giuste per questa disciplina sportiva. Puntiamo a raccogliere il massimo da questa manifestazione, consapevoli che step dopo step c’è da migliorarsi. Su molti aspetti però, ci sentiamo già pronti». Non è la prima volta, effettivamente, che Follonica è chiamata ad organizzare eventi di questa portata, dato che la base nautica dei campionati è collocata nella sede del GDV LNI Follonica, come accadde nel 2006, quando fu organizzata la Coppa Primavela e la Coppa del Presidente. «Alcuni “treni” in passato sono passati e sono stati persi – osserva Ettore Chirici, presidente del GDV LNI Follonica -, quando magari c’era la possibilità di sfruttare in modo più positivo l’evento sportivo, senza finalizzarlo nel periodo di gara, ma costruendo anche per il futuro. Adesso ci pare opportuno dover ragionare intorno allo sport con un impegno collettivo che faccia sistema».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.