Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Castiglione: approvata la lottizzazione di recupero di Santa Maria

Più informazioni su

CASTIGLIONE DELLA PESCAIA – Definitivamente approvate le varianti al piano regolatore e al piano di lottizzazione per la zona di Santa Maria. Con i due atti portati oggi al consiglio comunale è stata messa la parola fine a una questione urbanistica che da oltre dieci anni penalizzava il territorio. L’intervento, che è stato per la prima volta progettato negli anni ottanta, era stato ritenuto in contrasto con le norme di piano primariamente per le forme con cui erano stati realizzati i fabbricati, tanto che il comune aveva annullato i permessi a costruire. Era seguito un lungo contenzioso, conclusosi a favore del comune, a lato del quale i tecnici hanno studiato misure di mitigazione dell’impatto ambientale quale strumento per la rimozione dei vizi.

La convenzione oggi approvata prevede come condizioni per completare l’opera l’innalzamento della cresta della collina, piantumazioni e sistemazioni a verde oltre che la realizzazione di un laghetto artificiale che sarà una misura di contenimento del rischio idraulico nella zona delle paduline. A titolo di compensazione sono previsti anche contributi per la realizzazione di opere pubbliche per oltre tre milioni di euro nonchè la cessione di aree per adibirle a parco pubblico.

«Il procedimento di completamento di Santa Maria dura da oltre venti anni – ha precisato il capogruppo Tavarelli – oggi sono stati definiti gli atti per uscire da una situazione di stallo pregiudizievole per tutti. Adesso la parola passa ai lottizzanti, che dovranno progettare e realizzare opere idonee a mitigare l’impatto a ad armonizzare l’intervento nel paesaggio circostante. I lavori di sistemazione offrono altresì importanti occasioni di lavoro alle imprese locali». Ancora per l’urbanistica, è stata approvata la variante al piano regolatore generale per la realizzazione in anticipazione rispetto al regolamento  del campo da golf a 18 buche alla Badiola, al servizio dell’Hotel l’Andana. «Questa opera rappresenta una importante misura di sostegno e promozione del turismo locale – conclude Tavarelli –  e rafforza l’offerta di accoglienza e i servizi per gli ospiti, con possibilità di favorire la destagionalizzazione».

«Con gli atti di oggi – precisa il sindaco Farnetani – abbiamo completato gli interventi anticipatori per sostenere la occupazione, le esigenze abitative dei residenti e l’accoglienza turistica, ovvero le varianti per la realizzazione delle case popolari, la sistemazione del porto, dei campeggi e del campo da golf. Tra pochi giorni approveremo definitivamente la variante generale di piano, e potremo finalmente licenziare il regolamento urbanistico».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.