Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Operaie-pasticcere alla Mabro, ma c’è chi protesta: «Non siamo state avvisate»

Più informazioni su

GROSSETO – Il corso di pasticceria riservato alle lavoratrici Mabro, solleva la protesta da parte di Valentina Carobbi e Catia Bardi, delle Rsu di Cisl e Uil e in rappresentanza di alcune dipendenti: «Abbiamo appreso dai giornali la notizia che presso la Cna si è avviato un corso di formazione della durata di 140 ore, finalizzato alla riqualificazione professionale delle lavoratrici della ex Mabro in cassa integrazione – spiegano -. L’iniziativa è certamente valida e speriamo che in futuro ce ne possano essere anche altre. Quello che ci dispiace però è l’assoluta mancanza di informazione su questa iniziativa, di cui veniamo a conoscenza solo a corso iniziato. Dato che l’ iniziativa è rivolta  alle lavoratrici della ex Mabro, sarebbe stato normale che la notizia dovesse essere, in prima battuta, fatta circolare in azienda, dove lavorano decine e decine di dipendenti e dove forse qualcuna poteva essere interessata a partecipare».

«Si ha invece l’impressione di una cosa gestita in modo sotterraneo, quasi carbonaro, che viene fuori solo a cose fatte e decise – concludono -. Forse c’è qualcuno che considera chi va a lavorare in azienda un lavoratore di serie B mentre chi sta in cassa integrazione  è considerato di serie A e quindi più meritevole? Sarebbe veramente il colmo, viste le difficoltà che le  donne lavoratrici devono affrontare nel mondo del lavoro, non solo alla Mabro. Ci dispiace  che la Provincia ed il Comune di Grosseto si siano venuti a trovare in questa spiacevole situazione, anche se siamo convinte che da quella parte  non c’è stata alcuna volontà di esclusione per nessuno. Ci auguriamo solo che la prossima volta le cose vadano diversamente».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.