Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

A Niccioleta nasce il centro scientifico del Geoparco: inaugurata anche piazza della memoria foto

di Daniele Reali

NICCIOLETA – Ci sono voluti più di sei anni di lavori e 2 milioni e 640 mila euro di investimento per realizzare il nuovo centro di documentazione della storia mineraria e delle Colline Metallifere di Niccioleta.

Un’opera che arricchisce il patrimonio del Geoparco toscano e che restituisce alla comunità e al territorio l’area mineraria della frazione di Massa Marittima dove ,con il progetto di riqualificazione voluto dal comune e finanziato da regione, ministero, ente parco, fondi europei e Fondazione Monte Paschi, sono state recuperati e riutilizzati tre immobili minerari (tra questi l’infermeria e la direzione) e realizzata la nuova “Piazza della Memoria”.

Quest’ultima rappresenta uno degli interventi più significativi dell’intera area: sul pavimento della piazza che sorge di fronte agli edifici minerari sono state posate 83 pietre di diverso colore che simboleggiano le 83 vittime della strage del ’44.

Il nuovo centro è stato inaugurato proprio oggi nel giorno del 69esimo anniversario dell’eccidio anche per ribadire il legame unico che unisce la memoria, la miniera e il territorio di Niccioleta. Alla cerimonia del taglio del nastro del nuovo centro era presente insieme al sindaco di Massa Marittima Lidia Bai, anche il presidente del Parco delle Colline Metallifere Luca Agresti.

«Con questa nuova opera – ha detto il presidente Agresti – il parco avrà il suo polo scientifico, un centro creativo che rappresenterà insieme alla sede di Gavorrano un’eccellenza per questo territorio. Questo sarà il luogo in cui potremo rafforzare i rapporti con le università». Agresti ha poi fatto appello a tutti gli amministratori del territorio e ai rappresentanti delle istituzioni. «Dobbiamo ancora vincere la battaglia per far uscire il parco dalla provvisorietà – ha aggiunto Agresti -: l’obiettivo è far entrare il parco sotto la disciplina della legge 394 e garantirgli così un futuro».

Per il momento il centro di documentazione di Niccioleta ospita gli archivi storici della miniera, un patrimonio storico e scientifico di grande valore.

Presenti alla inaugurazione anche l’assessore regionale Annarita Bramerini, il presidente del consiglio provinciale Sergio Maritini, i sindaci e gli assessori dei comuni del Parco, l’onorevole Luca Sani e l’eurodeputato Leonardo Domenici, giunto a Niccioleta per partecipare alla cerimonia di commemorazione della strage.

(per ingrandire cliccare sulle foto)

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.