“Due Mari”, al via i lavori del maxi lotto. Il governatore Rossi: «La Maremma non deve rimanere isolata»

di Lorenzo Falconi

CIVITELLA – Presentati i lavori di realizzazione dei lotti 5-6-7 e 8 della “Due Mari”. In totale sono 11,560 i chilometri da raddoppiare in questo maxi lotto che presenta molte difficoltà, tra gallerie e viadotti. Per questo il costo complessivo dell’intervento ammonta a 233,70 milioni di euro, per una durata prevista di 760 giorni, con un’apertura al traffico fissata per luglio 2015. «Il raddoppio della Grosseto-Siena è utilissimo per le attività economiche e perché non possiamo permettere che un territorio come la Maremma sia tagliato fuori dalla rete dei trasporti – spiega il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi (nella foto il suo arrivo al cantiere) -. Va quindi benissimo l’avvio di questo nuovo cantiere, augurandoci che ne arrivino altri per il completamento definitivo. Le politiche di Stato ed Europa devono cambiare, c’è bisogno di una ripresa attraverso investimenti pubblici, perché altrimenti finiamo solo in recessione».

L’intervento con adeguamento a quattro corsie della Grosseto-Siena, interesserà il tratto che riguarda i comuni di Civitella Paganico e Monticiano dal chilometro 30 a quello 41,6. «Quest’opera rappresenta anche una sfida contro il tempo – spiega il presidente di Anas Pietro Ciucci -,ma confidiamo che tutto questa serva per arrivare al completamento definitivo della Grosseto-Siena». All’appello, infatti, mancano ancora il lotto 4 e il 9. «Nella realizzazione – conclude Ciucci -, piuttosto impegnativa, terremo in considerazione gli aspetti ambientali». Presente sul cantiere anche il presidente della Provincia Leonardo Marras: «L’inizio di questi lavori rappresenta una parte importante per la viabilità di una strada che, in fatto a tempi di realizzazione, è divenuta la novella dello stento. Adesso sembrano esserci le adeguate garanzie, si rispettino i tempi in modo che ci sia anche l’ultimo sforzo per il completamento della Grosseto-Siena».

Commenti