Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Gavorrano verso il primo consiglio con il “giallo” delle liste. Venerdì giura il sindaco

GAVORRANO – Primo appuntamento ufficiale per l’amministrazione targata Elisabetta Iacomelli. La prima seduta del consiglio comunale di questa nuova “consiliatura” è stata convocata per venerdì prossimo 14 giugno alle 9,30.

Una seduta molto attesa, come accade per l’inizio di tutte le nuove amministrazioni, anche se questa volta, se possibile, l’attenzione sui lavori del consiglio sarà ancora più marcata.

I dubbi sollevati nei giorni scorsi sulla validità delle liste che hanno partecipato alle elezioni del 26 e 27 maggio e la possibilità che ci sia un ricorso sull’esito del voto, che aprirebbe una stagione di incertezza per il comune, hanno di fatto accresciuto le attenzioni sulla prima seduta del nuovo consiglio.

Tra i punti all’ordine del giorno ci sarà anche il giuramento del nuovo sindaco di Gavorrano. Prima il consiglio comunale, composto da sette consiglieri di maggioranza e tre di minoranza oltre al primo cittadino, si dovrà, come prevede il Testo Unico degli Enti locali, esaminare la condizione degli eletti. L’assemblea poi prenderà atto delle dimissioni di Massimo Borghi e della sua surroga, cioè sostituzione, a favore di Samanta Vanni che insieme ad Antonio Melillo (capogruppo) e a Patrizia Scapin rappresenterà la minoranza in consiglio.

Durante la seduta sarà presentata anche la nuova giunta: Giorgia Bettaccini, Ester Tutini, Daniele Tonini, e il vicesindaco Giulio Querci faranno parte della squadra della Iacomelli e in consiglio rappresenteranno la maggioranza insieme a Giuseppe De Biase, Furio Benelli e William Capra, scelto per il ruolo di capogruppo.

La seduta del consiglio si chiuderà dopo aver nominato i membri della commissione elettorale comunale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.