Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Barriere anti erosione: a Follonica l’opera di protezione della costa più grande d’Italia foto

Più informazioni su

di Daniele Reali

FOLLONICA – Taglio del nastro sulla spiaggia a Follonica per l’opera di protezione della costa contro l’erosione più grande d’Italia. Con un investimento di 15 milioni di euro, 9 dei quali arrivati dalla regione Toscana, è stato realizzato a tempo di record un sistema di barriere soffolte, cioè messe a dimora sotto il livello della superficie del mare. Le barriere che si estendono per un tratto di  1 chilometro e 300 metri nella zona sud della città del Golfo proteggeranno la spiaggia di Senzuno.

In quel tratto di costa follonichese esistevano fino a poco tempo fa barriere di scogli che emergevano dal mare e che avevano esaurito la loro funzione. «Con questo intervento – ha detto Leonardo Marras, presidente della provincia di Grosseto – realizziamo l’opera più importante a protezione della costa che sia mai stata fatta in Italia. Un’opera che si aggiunge agli interventi già realizzati che hanno consentito di ridisegnare la linea di costa e che saranno completati con l’ultimo intervento nella parte nord e fino al comune di Piombino».

I lavori sono durati un anno e 4 mesi e hanno riguardato lo smantellamento delle barriere esistenti e la loro sostituzione con una scogliera soffolta a – 0,50 m sul livello del mare, realizzata con massi lapidei. Tra la foce del torrente Petraia e il confine con il Comune di Scarlino il litorale, soggetto a ripetute mareggiate, risultava essere eroso e presentava una linea di riva fortemente arretrata, tanto da mettere a rischio il centro abitato di Follonica. L’apporto di nuovi volumi di sabbia ha permesso inoltre, di rendere più regolare la linea di riva e di innalzare la quota della spiaggia, ridistribuendo la sabbia in modo uniforme, mettendo in sicurezza le abitazioni e le attività presenti (nella foto una veduta aerea delle barriere a Senzuno).

Oltre all’inaugurazione del tratto a sud infatti sono stati presentati i lavori che saranno realizzati dopo l’estate di fronte all’arenile di Prato Ranieri: un intervento da 10 milioni di euro che comprende anche la manutenzione straordinaria delle opere già esistenti nella parte centrale del tratto di costa di Follonica».

Soddisfatti per la realizzazione dell’opera il sindaco Eleonora Baldi e l’assessore provinciale Fernando Pianigiani, che ha partecipato insieme ai rappresentanti delle istituzioni e delle autorità alla cerimonia di inaugurazione. Presente anche l’assessore regionale Annarita Bramerini. «La provincia ha fatto veramente un grande lavoro – ha detto la Bramerini – perché questa è un’opera che oltre ad avere un importante valore ambientale e di sicurezza per il centro abitato rappresenta anche un investimento necessario per l’economia del territorio: proteggere la spiaggia significa anche valorizzare la risorsa turistica più importante di Follonica e dare la possibilità agli imprenditori di offrire servizi ai turisti».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.