Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Chelini: Pinzuti ha sindrome da autosufficienza. Le elezioni non mettono in discussione le amministrazioni

GROSSETO – «Se ad ogni elezione si mettesse in discussione un’amministrazione consolidata non si andrebbe da nessuna parte». Gianfranco Chelini coordinatore provinciale del Centro democratico dice di aver letto con stupore «le dichiarazioni del segretario del Pd Barbara Pinzuti. Partirei dai fondamentali: a me pare davvero un grave errore confondere il partito con le istituzioni, credo che il segretario del Pd dovrebbe domandarsi se l’amministrazione provinciale funziona e non farsi domande su questioni che riguardano il mandato amministrativo».

«La stessa domanda – prosegue Chelini – dovrebbe porsela anche sull’amministrazione comunale di Orbetello e valutare le risposte che vengono date alla comunità amministrata più che all’assetto di quella Giunta. Se il caso di Sel e quello di Centro democratico sono un diversivo borghese per non domandarsi circa la sconfitta dell’Argentario, dove, mentre noi nonostante la richiesta non ascoltata delle primarie, abbiamo accettato con lealtà la candidatura del PD, Barbara Pinzuti è riuscita nel primato significativo di eleggere un solo consigliere comunale all’Argentario per la prima volta dal dopoguerra ad oggi (il Centro democratico ne ha eletti due)».

«Sembra che il segretario Pinzuti abbia letto solo poche pagine della storia del suo partito che da una parte è sempre stato inclusivo, e mai escludente, mentre sembra che lei abbia una sindrome da autosufficienza, dall’altra, il suo partito, non ha mai confuso le beghe politiche con le Istituzioni – conclude Chelini – per le quali ha sempre dimostrato geloso rispetto».

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.